Serie C, niente Coppa Italia 2020/2021: lo annuncia il presidente Ghirelli

Francesco Ghirelli

Il presidente di Lega Pro Francesco Ghirelli ha parlato della stagione 2020/2021, confermando l’inizio del campionato il 27 settembre e annunciando la cancellazione della Coppa Italia. Il motivo è da ricercare nel calendario molto compresso, con già numerosi turni infrasettimanali vista la partenza a fine settembre e la necessità di terminare il campionato prima degli Europei. Non era dunque possibile inserire anche la Coppa Italia. Molte società di Serie C intanto sono alle prese con diversi problemi. L’Arezzo sta affrontando un difficile passaggio di consegne, reso ancor più complesso, così come per la Robur, dalle tempistiche molto strette. I tifosi amaranto seguono dunque con ansia l’evolversi della situazione del presidente La Cava, il quale potrebbe iscrivere la società al campionato, ma per proseguire avrebbe bisogno di cedere o almeno avere dei partner che lo aiutino.

Futuro incerto anche per la Sicula Leonzio, salva ai playout nel girone C. La proprietà targata Leonardi avrebbe messo in vendita il club bianconero, ma nel caso in cui nessuno rilevasse le quote, è molto probabile che gli azionisti di maggioranza attuali non iscrivano la squadra al prossimo campionato, visto il loro scarso interesse. A Catania, Giovanni Ferraù, presidente della Sigi, ha invece rilevato la società messa in liquidazione, ma anche in questo caso l’iscrizione alla prossima stagione non è affatto scontata.