Serie B, il Pescara batte 2-1 il Perugia nell’andata dei playout

Curva Nord Pescara Stadio Adriatico - Foto Luca Aless CC BY-SA 4.0

Il ritorno all’Adriatico da ex di Massimo Oddo ha il sapore amaro della rimonta. Nel primo round del playout di Serie B, il Pescara batte per 2-1 il Perugia grazie alle reti di Galano e Maniero dopo il vantaggio di Kouan nel primo tempo e può guardare con ottimismo al match di ritorno in programma venerdì 14 agosto allo stadio Curi. Dopo un inizio favorevole della formazione di Sottil, è il Perugia a prendere le misure agli avversari e ad affacciarsi pericolosamente dalle parti di Fiorillo con più di una ripartenza pericolosa. L’episodio più clamoroso si registra al 20’: il Perugia guida un contropiede tre contro uno ma lo spreca con l’ultimo passaggio sbagliato di Falzerano per Falcinelli. Alla mezz’ora si accende il Pescara: Pucciarelli riceve al limite dell’area e non ci pensa due volte prima di lasciar partire un destro che si spegne di poco a lato.

GLI HIGHLIGHTS (VIDEO)

Pagelle Pescara-Perugia 2-1, voti e tabellino andata playout Serie B 2019/2020

Ma è solo un episodio isolato e al 40’ il Perugia passa in vantaggio: Falzerano questa volta non spreca la ripartenza e crossa in area per Kouan che col mancino batte Fiorillo. Nel finale di primo tempo c’è spazio per un discusso episodio da moviola: Gyomber devia col braccio un pallone in area ospite ma per l’arbitro Marinelli non c’è rigore. Nella ripresa bisogna aspettare 8’ per assistere alla prima chance pericolosa del Pescara: Memushaj pesca in area Pucciarelli che col destro da posizione defilata non trova lo specchio della porta. Ma il gol del pareggio è solo rimandato: Masciangelo crossa dalla sinistra, Galano si libera in area e di testa firma l’1-1. L’episodio regala coraggio ai padroni di casa che sfiorano la rete del vantaggio al 62’: Maniero ci prova con una conclusione ravvicinata e scalda i guantoni di Vicario che respinge in angolo in tuffo. E al 66’ Marinelli concede un calcio di rigore al Pescara per un tocco di mani in area di Falcinelli: Maniero dagli undici metri non sbaglia e firma il definitivo 2-1. Nel finale grandissima tensione per un pallone di troppo lanciato in campo dalla panchina del Pescara, il recupero viene prolungato fino al 100′ ma gli assalti del Perugia non producono gli effetti sperati.