Serie B, Monza: sequestrati un migliaio di tamponi effettuati, indagato un medico

Stadio Brianteo, Monza - Foto Simonemb

Proseguono le indagini sui test molecolari effettuati da giocatori e staff del Monza. I Nas di Milano hanno infatti sequestrato circa un migliaio di tamponi effettuati dal club brianzolo dall’inizio della stagione. Nel mirino sono finiti i Laboratori Analisi Mediche San Giorgio di Lodi e Pavia, strutture a cui la società si era appoggiata per eseguire lo screening previsto dai protocolli sanitari.

A coordinare l’inchiesta sono i pm Alessandra Cerreti e Silvia Bonardi, mentre l’unico imputato allo stato attuale è il medico sportivo Cristiano Fusi, consulente esterno incaricato dal Monza. L’obiettivo dei Nas è ovviamente quello di verificare la correttezza e l’affidabilità delle procedure di analisi e dei responsi dei test. Nei prossimi giorni le pm dovrebbero nominare un proprio consulente, che avrà il compito di analizzare i campioni sequestrati per capire se siano stati processati correttamente.