Serie B, il Pescara rischia la retrocessione diretta: si attende l’esito del ricorso del Trapani

Daniele Sebastiani - Foto Antonio Fraioli

Cattive notizie per il Pescara, che con la sconfitta rimediata sul campo del Chievo Verona ha messo fine ad una pessima stagione, la quale potrebbe essere parzialmente salvata solamente dai playout, che garantirebbero quantomeno di evitare la retrocessione. Tuttavia, gli abruzzesi non sono ancora sicuri di un posto nella sfida in programma il 7 agosto contro il Perugia. Il Trapani, infatti, virtualmente retrocesso, ha presentato ricorso nella speranza che gli venga revocato uno dei due punti di penalizzazione. Il Collegio di Garanzia del CONI si riunirà il 6 agosto per prendere una decisione, perciò solamente 24 ore prima del match si saprà con certezza il nome della seconda squadra che disputerà i playout. Il Trapani spera, il Pescara attende. Il presidente del Delfino Daniele Sebastiani, intanto, ha tuonato: “Se dovessero restituire punti al Trapani vorrebbe dire che nel calcio tutto è concesso“.