Festa Benevento, la Strega torna in Serie A per la seconda volta

Rosa Benevento 2019-2020 - Foto Fraioli

Dopo il pari con tanto di fuochi d’artificio a Salerno tra Salernitana e Cremonese, match terminato 3-3, la serata del trentunesimo turno di Serie B regala altre emozioni a cominciare dalla festa promozione del Benevento. Era una pura formalità, mancava un solo punto e tra le mille complicazioni di questa serata gli uomini di Filippo Inzaghi sono riusciti a centrare l’obiettivo battendo la Juve Stabia per 1-0 nonostante gli oltre 65 minuti in dieci uomini per espulsione di Caldirola. Al 71′ è Sau a firmare il gol che vale la vittoria e dunque la matematica promozione in Serie A, per la prima volta dal portone principale d’accesso dopo la prima storica promozione centrata ai playoff nella stagione 2016/2017.

Una festa, però, contenuta in attesa di tempi migliori per poter tornare a far emozionare dal vivo i propri tifosi, proprio come promesso dal presidente Vigorito a poche ore dal fischio d’inizio: “Io avrei aperto le porte a tutti ma i tifosi hanno la mia parola: appena ne avremo la possibilità, prometto che la prima partita del Benevento al ‘Vigorito’ sarà gratis per tutti”. Rimane al secondo posto il Crotone che pareggia ad Ascoli per 1-1. Barberis illude con la rete del vantaggio al 60′, Trotta risponde nel finale di gara con un gol che distribuisce un punto per parte. In scia a pari punti il Cittadella che batte per 2-0 il Perugia con la doppietta di Diaw (entrambi i gol su rigore) mentre perde una posizione e scivola quarto in classifica lo Spezia che viene sconfitto in casa dal Pisa per 1-2 grazie alla doppietta di Marconi, per i padroni di casa a segno il solo Gyasi. Bene il Pordenone che batte l’Entella 2-0 con Mazzocco e Barison mentre il Frosinone perde a Verona contro il Chievo per 2-0 per mano di Obi e Vignato, entrambi assistiti da un Giaccherini particolarmente ispirato nella ripresa. Pari all’ultimo respiro fra Cosenza e Trapani con i padroni di casa che sfruttano l’inferiorità numerica degli ospiti e conquistano un punto in pieno recupero: per il Trapani a segno Taugordeau su rigore e Dalmonte mentre per il Cosenza in gol Baez e Asencio, espulso Pagliarulo al 65′. Il Venezia passa al Picchi di Livorno per 2-0 con Longo e Capello mentre Pescara ed Empoli chiudono il match sull’1-1: a Ciciretti risponde Maniero su calcio di rigore.