Boxing Day da sogno: a Bari vicino il record di spettatori. Cheddira in campo col Genoa?

Tifosi Bari Tifosi Bari - Foto LiveMedia/Luca Diliberto

Le ambizioni ad agosto erano diverse. Oggi però Bari e Genoa si trovano a pari punti in classifica, appaiate a 30 punti, sei lunghezze in meno della capolista Frosinone. E al San Nicola si va verso un nuovo record di spettatori per un Boxing Day che può far sognare. Al 24 dicembre, la società biancorossa aveva già sfondato il muro dei 35.000, con il sold out della curva nord. In questa stagione il Bari ha già fatto meglio di 13 squadre di Serie A e le ambizioni non sembrano finire, anche perché mister Mignani potrà contare nuovamente su Walid Cheddira, attore non protagonista della storica spedizione del Marocco in Qatar. L’attaccante si è tagliato le vacanze ed è tornato subito tra i disponibili, mettendosi in mostra in allenamento, con tanto di gol nel test in famiglia contro la Primavera. La sua presenza dal 1′ è da valutare, ma a partita in corso sarà sicuramente tra gli uomini in campo. La preparazione, condizionata dalle feste, è stata delle grandi occasioni: allenamento al mattino per la Vigilia, seduta pomeridiana a Natale, prima di radunarsi per un ritiro serale sotto l’albero. Mignani ci crede e sa che per lui, blucerchiato nelle giovanili, non è una partita come le altre: “Quando le giocavo c’erano sentimenti diversi, ora però sono grande e le sensazioni le gestisco. Fa effetto affrontare una squadra della mia città, ho tanti amici a Genova, alcuni genoani, è una partita un po’ diversa ma non vedo l’ora che arrivi il 26 per giocarla”.

Dello stesso avviso è anche Alberto Gilardino. L’allenatore – uno dei tanti campioni del mondo in Serie B – ha cancellato la scritta ‘interim’ e si è ormai preso la panchina che fu di Blessin, grazie a 7 punti in tre partite, con tanto di sgambetto ad un Frosinone che non perdeva da dieci turni. Gilardino in campo faceva gol, ma da allenatore la prima cosa che ha fatto è stato blindare la porta con tre clean sheet su tre partite. Al resto è chiamato a fare Massimo Coda, da anni miglior attaccante della Serie B, ma a secco da cinque turni. L’età avanza, ma anche nella scorsa stagione il classe 1988 si accese nel girone di ritorno. Nella sfida diretta con Cheddira, in una gara che può segnare la svolta stagionale, Coda vuole accorciare i tempi per riscoprirsi protagonista. Anche perché Reggina (33) e Frosinone (36) proveranno ad allungare contro Ascoli e Ternana. Le prime due della classe vengono rispettivamente da un pareggio e da una sconfitta e c’è voglia di ripartire. Ad aprire il Boxing Day sarà però Brescia-Palermo. Nelle feste si torna a casa e Corini torna a Brescia. Non c’è spazio per i sentimentalismi in una giornata che può cambiare ambizioni e stati d’animo.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio