Verona-Juventus 1-1, Pirlo: “Paghiamo l’inesperienza dei giovani”

Andrea Pirlo - Foto Antonio Fraioli

“Eravamo riusciti ad interpretare bene una partita sporca e a passare in vantaggio. Ma non siamo riusciti a tenere il risultato. Alcuni giovani ancora non capiscono delle piccolezze che sono decisive ai fini dei tre punti”. Queste le dichiarazioni dell’allenatore della Juventus Andrea Pirlo dopo l’1-1 al Bentegodi contro l’Hellas Verona. Per il tecnico bianconero ha pesato l’inesperienza dei tanti giovani in campo: “Ci sono mancati tanti giocatori esperti. Ho chiesto a Cristiano Ronaldo e ad Alex Sandro di farti sentire per spronare i più giovani ma non è stato sufficiente”, ha aggiunto il tecnico ai microfoni di Dazn prima di soffermarsi sulla strategia adottata: “Avevamo preparato un 3-4-2-1 per dare pressione sui tre difensori. Nel secondo tempo ci siamo abbassati un po’ di più quando è calata l’intensità della pressione e l’Hellas Verona ha avuto qualche occasione”. Per Pirlo però la Juventus non è dipendente unicamente da Cristiano Ronaldo: “Farebbe comodo avere a disposizione Dybala e Morata. Per il momento cerchiamo di lavorare bene con quelli che abbiamo”. Poi ha concluso: “Stiamo giocando tante partite ravvicinate e i giocatori sono pochi. È normale soffrire un po’ la stanchezza e la mancanza di lucidità”, ha concluso.