Serie A 2018/2019, ventottesima giornata: il Milan non batte l’Inter da oltre tre anni

Krzysztof Piatek Krzysztof Piatek - Foto Antonio Fraioli

Con la vittoria per 2-1 sulla Fiorentina, il Cagliari ha aperto la 28esima giornata di Serie A confermando l’ottimo score casalingo: in questo campionato i sardi hanno perso soltanto due partite tra le mura amiche. Solo la Juventus, il Napoli e la Roma hanno uno score migliore (i bianconeri finora non registrano nessun k.o mentre i giallorossi e gli azzurri sono a quota uno). Sabato 16 marzo entra nel vivo il 28° turno. Alle 15 il Sassuolo ospita la Sampdoria: i neroverdi non hanno subito reti in ciascuna delle ultime tre gare della competizione giocate contro i blucerchiati, ma non riescono ad arrivare a quota quattro con un singolo avversario da quando hanno ottenuto la promozione in Serie A nel 2013. Fabio Quagliarella è il primo calciatore doriano ad essere arrivato a quota 20 gol nella competizione da quando ci riuscì Vincenzo Montella nella stagione 1997/1998, il Sassuolo però è una delle tre squadre alle quali il giocatore campano non ha ancora segnato in questa stagione (le altre due sono l’Inter, contro cui ha giocato entrambe le partite e la Roma contro la quale ancora non è sceso in campo).

Alle 18 la Roma fa visita alla Spal: il 20 ottobre 2018 l’incontro è terminato 2-0 per i ferraresi, nella scorsa stagione i giallorossi vinsero entrambi i confronti segnando sei reti e subendone soltanto una. Soltanto sette calciatori estensi sono andati in gol in questo campionato, mentre nello scorso i giocatori che hanno centrato il bersaglio sono stati tredici. Alle 20,30 il Torino attende il Bologna: i granata si sono aggiudicati gli ultimi tre incroci di fila contro i rossoblù segnando dieci reti e subendone soltanto una, mentre Andrea Belotti ha timbrato il cartellino quattro volte su dieci gol complessivi realizzati. A partire dall’inizio del 2018 i felsinei hanno vinto soltanto una partita in trasferta (per il resto sette pareggi e 16 sconfitte), ma sono andati in rete in nove degli ultimi dieci match lontano da casa.

Domenica 17 marzo alle 12,30 a Marassi va in scena Genoa- Juventus: il 20 ottobre 2018 la partita si è conclusa 1-1, la formazione di casa è una delle tre squadre ad essere riuscita a portare a casa un punto contro i bianconeri in questo campionato ed è rimasta imbattuta in entrambi i confronti nel torneo contro la “Vecchia Signora” soltanto una volta, precisamente nel 2011/2012 (due pareggi). Chiellini e compagni detengono il record di gol segnati nei primi tempi (27) e il minor numero di reti subite nella prima frazione di gioco (7), precisamente il club di Allegri nei primi 15 minuti ha realizzato 10 marcature mentre gli avversari sono riusciti a timbrare il cartellino soltanto una volta. Alle 15 l’Atalanta ospita il Chievo: i nerazzurri hanno trionfato in cinque partite delle ultime sei in Serie A contro i gialloblù (un pareggio), in questi sei match i veronesi hanno segnato tre gol restando a secco in altrettante trasferte. La squadra di Domenico Di Carlo ha incassato 31 reti nei secondi tempi in questa stagione: questo dato rappresenta il record negativo della competizione (compresi 13 gol incassati nel primo quarto d’ora della ripresa). Di contro il club di Gasperini ha centrato il bersaglio 36 volte nella seconda frazione di gioco (record stagionale), di cui 16 nei primi quindici minuti della ripresa.

Ritorno sulla panchina dell’Empoli di Aurelio Andreazzoli al Castellani nello scontro salvezza con il Frosinone: in ciascuno degli ultimi tre scontri tra le due formazioni (due in Serie B e uno in Serie A) sono stati segnati in totale sei gol. Gli azzurri hanno vinto uno di questi per 4-2 e gli altri due si sono conclusi con il punteggio di 3-3. Gli ospiti non hanno segnato in 16 gare di questa stagione, nessun club del torneo ha fatto peggio. Se si considerano i cinque maggiori campionati europei i canarini hanno un andamento simile all’Huddersfield Town (Premier League) e al Dijon FCO (Ligue 1). Il Parma fa visita alla Lazio: i biancocelesti si sono aggiudicati gli ultimi cinque incontri consecutivi e otto gare casalinghe su dieci nella massima competizione con i gialloblù (un pareggio e una sconfitta). Dal 2003 ad oggi gli unici tre punti dei ducali in casa dei capitolini sono arrivati il 23 settembre 2009 (1-2) mentre sette successi su nove ottenuti dai crociati in questo campionato sono arrivati con un gol di margine.

Alle 18 il Napoli riceve l’Udinese: i partenopei si sono aggiudicati sei degli ultimi sette match casalinghi nella massima serie contro i bianconeri incluse le ultime quattro di fila (un pareggio), la squadra di Nicola ha timbrato il cartellino sette volte nei primi tempi, nessun club in Serie A ha fatto peggio. Chiude la 28esima giornata il “Derby della Madonnina” Milan-Inter alle 20,30: i nerazzurri sono imbattuti nelle ultime cinque gare del torneo con i rossoneri (due vittorie e tre pareggi), questo dato rappresenta la più lunga striscia di imbattibilità contro il diavolo dal periodo compreso tra novembre 1994 e marzo 1999 quando la beneamata arrivò a dieci gare consecutive senza sconfitte (quattro successi e sei pareggi). Gattuso si presenta a questo appuntamento con cinque vittorie di fila in campionato, il Milan non arriva almeno a quota sei dal periodo compreso tra aprile e settembre 2006 quando i successi consecutivi furono nove.