Uefa-Milan, Umberto Lago: “Avrei concesso il Settlement Agreement”

Stadio Meazza, curva Sud Milan La curva del Milan a San Siro

E’ caos in casa Milan dopo il rifiuto della Uefa di concedere il Settlement Agreement al club rossonero. Ai microfoni di Radio Rossonera, però, c’è un parere illustre contro la decisione dell’organismo europeo. Si tratta del Prof. Umberto Lago, uno dei padri fondatori del Financial Fair Play: “Non me l’aspettavo. La cosa mi ha sorpreso non poco anche per le motivazioni che sono state date poiché mi pare che quella principale riguardasse quello che, ad oggi, è il mancato rifinanziamento del debito; l’incertezza della Uefa riguarda pertanto la proprietà”.

Avrei concesso il SA. Sono rimasto davvero sorpreso del contrario. Il Business Plan era credibile con tanto di lettere di Elliott che garantivano la continuità aziendale. Non si può fare un processo alle intenzioni”, ha aggiunto per poi spiegare le possibili conseguenze: “Nel novero delle sanzioni rientra anche l’esclusione dalle coppe europee, uno scenario dunque che non si può escludere. Il Mercato dei giocatori può bloccarlo solo la Fifa, l’Uefa però può imporre determinati paletti come ad esempio quello di non far schierare determinati giocatori nelle competizioni europee. Il Mercato di fatto non si blocca ma i giocatori acquistati potrebbero non giocare nelle competizioni europee ma in Serie A non ci sarebbe alcun problema”.

 

 

”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio