Udinese, Sottil: “La sosta è arrivata al momento giusto”

Andrea Sottil Andrea Sottil, Udinese - FotoLiveMedia/Ettore Griffoni

E’ una sosta atipica, come giorni di pausa si avvicina alla classica sosta invernale in cui si davano 9-10 giorni liberi, ma c’è ora da gestire i giorni che mancano per arrivare al 4 gennaio. Abbiamo scelto di rimanere in sede, perchè qui abbiamo delle super strutture, e abbiamo organizzato delle amichevoli con una progressione di difficoltà graduale”. Lo ha detto ai microfoni di Sky Sport Andrea Sottil, tecnico dell’Udinese. La sosta arriva dopo un periodo di crisi: “Ma era fisiologico – chiarisce – Quando parti con sei vittorie di fila ci sono grandi aspettative e un pareggio può sembrare un risultato negativo quale non è ma abbiamo sempre fatto la prestazione, solo che è mancata la vittoria, penso ai pareggi con Lazio e Cremonese. Abbiamo perso un po’ di brillantezza ma ci può stare, la sosta per noi è arrivata nel momento giusto“. In Qatar con la nazionale camerunense c’è Ebosse, finora però mai impiegato. “Mi dispiace che non abbia giocato – prosegue Sottil – E’ un giocatore forte, ha grandissima tecnica e velocità di base, può giocare in più ruoli. È un giocatore di grande prospettiva, di grande avvenire”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio