Serie A, ultima giornata: le statistiche di tutte le partite

Rafael Leao Rafael Leao - Foto Marti

Ultima giornata di Serie A 2021/2022, venerdì 20 maggio alle 20,45 la Roma fa visita al Torino: i giallorossi non hanno vinto nessuna delle ultime cinque partite di campionato (tre pareggi e due sconfitte), l’ultima volta che sono arrivati a sei gare consecutive senza successi nel torneo risale a gennaio 2018. Arbitra Irrati, sabato 21 maggio alle 17,15 il Genoa, già retrocesso, ospita il Bologna mentre alle 20,45 l’Atalanta riceve l’Empoli: i nerazzurri sono rimasti imbattuti in 10 degli ultimi 11 match con i toscani nella competizione (sei trionfi e quattro pareggi) mantenendo sei volte la porta inviolata.

Dirige Abisso, contemporaneamente la Fiorentina attende la Juventus: i viola si sono aggiudicati due degli ultimi 16 scontri diretti in Serie A (22 dicembre 2020 3-0 all’Allianz Stadium e 15 gennaio 2017 2-1 in questo stadio, per il resto tre pareggi e 11 sconfitte) non segnando in otto occasioni. Arbitra Chiffi, sempre alle 20,45 la Lazio, già qualificata in Europa League, ospita il Verona. Domenica 22 maggio alle 12,30 si gioca la partita Spezia-Napoli e alle 18,00 si decide lo scudetto. L’Inter riceve la Sampdoria: i nerazzurri hanno vinto le ultime quattro gare disputate nel girone di ritorno contro i blucerchiati, l’ultimo k.o della beneamata nella seconda parte di stagione con i doriani è datato 3 aprile 2017 (2-1 in questo stadio).

Anche in quel caso sulla panchina della Sampdoria sedeva Giampaolo, dirige Di Bello. Contemporaneamente il Milan fa visita al Sassuolo: i rossoneri si sono aggiudicati tutti gli ultimi cinque match giocati contro i neroverdi in questo stadio nel torneo dopo aver perso i primi tre, in sei delle otto sfide al Mapei Stadium il Diavolo ha segnato almeno due gol. Arbitra Doveri, alle 21,00 la Salernitana e il Cagliari si giocano la permanenza in Serie A: i granata attendono l’Udinese, la squadra di Davide Nicola è rimasta imbattuta nelle ultime sette partite di campionato grazie a quattro successi e tre pareggi, l’ultimo club neopromosso che ha fatto meglio nel torneo è stato l’Hellas Verona nel 2020 che arrivò a quota nove. Dirige Orsato, il Cagliari fa visita al Venezia già retrocesso: i rossoblù per salvarsi devono necessariamente vincere e sperare in un mancato trionfo della Salernitana, contro i campani in questa Serie A infatti la compagine sarda ha ottenuto due punti ma sarebbe sopra per una migliore differenza reti. Arbitra Maresca.