Serie A: Torino-Milan 2-2, le pagelle

Gianluigi Donnarumma - Milan 2015/16

Finisce 2-2 il Monday night della 20esima giornata di serie A allo stadio Grande Torino tra i granata e il Milan. Non manca proprio nulla: 4 goal, 2 rigori e una espulsione. Partita entusiasmante e travolgente, a segno il solito Belotti e Benassi nel primo tempo poi Bertolacci e Bacca rimontano lo svantaggio di due reti sulla scia dell’entusiasmo dell’errore dal dischetto di Ljajic ipnotizzato da Donnarumma.

TORINO

Hart 5.5 
Bellissima parata su tiro a girare di Suso, poi qualche indecisione nel bloccare alcune palle non pericolose

Zappacosta 5.5
Qualche bella accelerata sulla destra ma mai concretizzata in qualcosa di congeniale

Rossettini 5
Colpevole, più che mai, di un rigore evitabilissimo, dato che nel momento esatto del suo intervento, Hart bloccava il pallone sul quale si era precipitato Paletta

Moretti 5.5
Tanta esperienza che a volte viene a mancare per troppa incertezza come quando rischia un fallo da rigore nel primo tempo

Barreca 5.5
Discese costanti del terzino italiano che non sempre riesce ad abbinare a pericolosi cross

Benassi 6.5 
Non solo goal di prepotenza o incuneandosi velenosamente a rimorchio, stasera fa vedere anche la classe siglando una rete di tacco (Baselli s.v.)

Valdifiori 5
Non dimostra molta reazione, nemmeno le sue doti di palleggiatore ( Lukic s.v.)

Obi 5
Intervento killer su Abate che doveva costargli il rosso diretto,graziato dal direttore di gara  ( Iturbe 5 Giocatore inconcludente e anche oggi lo ha confermato)

Ljajic 5
Oltre a sbagliare il rigore che avrebbe chiuso la partita non combina mai qualcosa di positivo, sempre una giocata frettolosa o di troppo

Belotti 7
Goal da opportunista vero, generoso in tutto l’arco della partita e mai domabile

Iago Falque 6.5 
Un mago che realizza magie dal nulla, in pochi centimetri trova sempre il dribbling secco che lascia i marcatori dietro

Mihajlovic 6
Il coraggio non gli manca mai, nemmeno quando schiera quattro attaccanti e un classe ’96 come Lukic in un momento delicatissimo

MILAN

Donnarumma 7
Quando a nemmeno 18 anni ti sei già conquistato la targa di “para rigori” dovresti stupire il mondo, ma lui è certezza da ormai molti mesi e non stupisce più nessuno. Decisivo ancora una volta.

Abate 5
In fase difensiva commette molti errori come quando fa sfilare Obi in occasione del secondo goal granata, poi fa meglio in fase offensiva regalando un ottimo traversone che dopo alcune carambole porta al goal di Bertolacci

Paletta 6.5
Pulito e preciso negli interventi, dimostra un ottimo stato di forma, utile anche in avanti quando si procura il calcio di rigore

Romagnoli 5
Al contrario del suo compagno di reparto fa sempre fallo e non riesce a prendere le misure ai suoi avversari, rimedia anche un rosso

Calabria 6
Molta voglia di far bene che spesso lo porta a non essere precisissimo, da premiare però la sua volontà ( Vangioni s.v.)

Pasalic 5
Tiene bassa la linea del fuorigioco sul goal di Belotti ed è pienamente responsabile

Locatelli 6.5
Colpisce la sua tranquillità con la quale affronta la partita, tocca sempre in modo corretto il pallone e con il tempo giusto, mettendo il pallone sempre sulla corsa del ricevente

Bertolacci 6
Onestamente di buono c’è solo la caparbietà con la quale realizza il goal dell’ 1-2, per il resto troppo poco assente nel gioco del Milan (Kucka s.v.)

Suso 6.5
La luce, questo è l’appellativo adatta a Suso, il movimento è sempre lo stesso, taglio a rientrare per tirare o assistere gli attaccanti, sfiora il gran goal nel primo tempo

Bacca 6
Non fa molto, se non realizzare un bel rigore, complice la poca assistenza e la scarsa condizione atletica

Bonaventura 6,5
Bei colpi di classe, non fini a se stessi ma anche concreti, corre e lotta, aveva conquistato un rigore netto per fallo di Zappacosta ma Tagliavento non lo vede (Niang s.v.)

Montella 6.5
Anche se parte male il Milan, lui sa come motivarlo nel secondo tempo, sapendo dare la scossa giusta