Serie A, Benevento-Torino 0-1: le pagelle

Andrea Belotti e Juan Manuel Iturbe - Foto Antonio Fraioli

Il Torino vince nel finale la sfida in casa del Benevento grazie alla rete di Iago Falque, arrivata grazie a una verticalizzazione perfetta di Ljajic. Grande rammarico per la squadra di Baroni che non meritava assolutamente questo risultato.

Belec 5.5

La rete di Iago Falque viene segnata sul suo palo. In sua difesa si può evidenziare la poca distanza da cui conclude l’avversario.

Venuti 6

Non è facile tenere Niang ma lui riesce spesso a fermarlo. Nella ripresa il francese cresce e diventa più difficile arrestare le sue giocate.

Lucioni 6

Belotti inizia male ed è anche merito suo. Nella ripresa il Toro attacca con più insistenza ma regge bene. Peccato per la rete subita nel recupero.

Antei 6

Anche lui come il compagno inizia bene lasciando poco spazio a Belotti dentro l’area.

Letizia 6

Poco presente in avanti nel primo tempo, mentre nella ripresa si vede spesso nella trequarti avversaria in supporto di D’Alessandro.

Ciciretti 6.5

Oltre a un sinistro fuori dal comune con cui impensierisce più volte Sirigu, ha carattere da vendere tanto da oscurare qualche palla persa di troppo (dal 39′ s.t. Del Pinto sv).

Cataldi 5.5

Meno appariscente di Memushaj. Sbaglia qualcosa di troppo in fase di possesso.

Memushaj 6.5

Qualità e dinamicità, recupera palloni e inventa passaggi efficaci per le due punte. E’ da lui che nella ripresa partono la maggior parte dei contropiedi.

D’Alessandro 5.5

De Silvestri lo impegna duramente in entrambe le fasi, infatti cerca di agire più al centro dove non ha il fiato del terzino avversario sul collo (dal 22′ s.t. Lazaar 6,5 Entra con il giusto atteggiamento dando freschezza alla manovra degli stregoni. Sfiora il gol nel finale ma la gioia gli viene negata da Sirigu).

Iemmello 6.5

Sempre presente in area. Si muove meno di Coda ma spaventa più volte i due centrali granata (dal 27′ s.t. Puscas 6 Con lui il Benevento è più rapido nei contropiedi).

Coda 6.5

Apre spazi per il compagno di reparto con i suoi movimenti e si propone continuamente. Sirigu gli nega la rete prima dell’intervallo. Calo giustificato nel secondo tempo per aver corso senza sosta a inizio gara.

All. Baroni 6.5

Ha impresso alla squadra un buonissimo atteggiamento. I suoi non si fermano nemmeno un minuto dei 90 e passa giocati. L’obiettivo salvezza è raggiungibile, anche se servono i risultati oltre alla giusta mentalità.

TORINO

Sirigu 7

Interviene benissimo su due conclusioni dalla distanza di Ciciretti e Coda. Altra gran parata nel finale su Lazaar.

De Silvestri 6.5

Bene in entrambe le fasi. Sovrasta D’Alessandro in fase di possesso. Spinge ancora di più nella ripresa.

Moretti 6

Mette la pezza su alcune sbavature di N’Koulou. Fa sentire il fisico agli attaccanti avversari.

N’Koulou 5.5

Fatica a seguire i movimenti di Coda.

Molinaro 6

Nel primo tempo si sovrappone continuamente a Niang. Subisce un forte calo nella ripresa complice la stanchezza.

Rincon 6.5

Bene nella gestione del possesso oltre che in fase di interdizione dove dal suo arrivo ha sbagliato pochissimo. Cresce ad inizio ripresa.

Obi sv

Costretto a uscire per problemi al polpaccio dopo nemmeno 10 minuti (dal 10′ p.t. Acquah 6 Entra a freddo ma con la mentalità giusta. Saltato forse un po’ troppo dagli avversari. Si fa male a inizio secondo tempo ed è costretto anche lui ad abbandonare il campo. (dal 12′ s.t. Baselli 6 Ha solo tre allenamenti nelle gambe ed evita di rischiare troppo)).

Iago Falque 7

Dentro al gioco solo a tratti ma quando si accende inventa sempre belle giocate. Segna il gol decisivo con un sinistro preciso che non lascia scampo a Belec.

Ljajic 7

Mette qualità sulla trequarti per tutta la partita. La palla che porta al vantaggio di Iago Falque è deliziosa ed è la sintesi dello stile che caratterizza il serbo.

Niang 6.5

Non inizia bene ma cresce nel corso del primo tempo. Dopo l’intervallo manca il supporto di Molinaro ma riesce a non farselo pesare (dal 28′ s.t. Berenguer sv).

Belotti 5.5

E’ tenuto bene dai centrali avversari. Prestazione non delle migliori nonostante la costante voglia di fare, e senza i suoi gol i granata faticano.

All. Mihajlovic 6

Molinaro nella ripresa andava probabilmente sostituito per la stanchezza. Miha ha pensato diversamente complici anche gli infortuni prematuri di Obi e Acquah.