Serie A 2018-19: Di Francesco si gode Dzeko e Kluivert, Spalletti aspetta Nainggolan

di - 19 agosto 2018

Aspettando Atalanta-Frosinone e le due gare rinviate, il quadro della prima giornata di Serie A 2018-19 si è in gran parte delineato con la Roma che risponde a Juventus e Napoli con una vittoria di misura per 1-0 contro il Torino grazie ad una magia di Dzeko allo scadere. Non si può dire la stessa cosa invece per l’Inter di Luciano Spalletti costretta al ko dal Sassuolo di De Zerbi. Positivo l’esordio dell’Empoli di Andreazzoli reduce dal 2-0 col Cagliari mentre la Spal batte i rivali del Bologna con un 1-0 fuori casa. Pareggio per 2-2 tra Parma ed Udinese.

Eusebio Di Francesco soffre, cambia e vince. Si può riassumere così Torino-Roma, esordio della seconda esperienza alla guida del club giallorosso dell’allenatore ex Sassuolo. La fisicità del centrocampo granata (Che bravo Meitè) fa soffrire De Rossi, Strootman e Pastore (Male all’esordio l’argentino). Ma Di Francesco ha l’intelligenza di aggiungere spessore alla squadra e prima opta per un 4-3-1-2 subito accantonato con l’ingresso di Cristante, Kluivert e Schick. Se l’ex Atalanta prende in mano il centrocampo e lo conduce ad una prova ben superiore di quella del primo tempo, l’olandese figlio d’arte ruba la scena con una azione travolgente per il gol al volo di Edin Dzeko, sempre più fulcro di una Roma che con Schick spera proprio di aver trovato una validissima alternativa del bosniaco. Male Fazio, Pastore e Under, sorprendentemente sotto tono. Ottima invece la prova di Alessandro Florenzi mentre alti e bassi per Robin Olsen che prende coraggio dopo il gol annullato col Var a Iago Falque.

Male la prima per l’Inter di Luciano Spalletti. La regina del mercato e la favorita per lo status di Anti Juve deve arrendersi al calcio di rigore di Domenico Berardi. Tra polemiche arbitrali e rimpianti, i nerazzurri si leccano le ferite e si preparano ad ascoltare i segnali d’allarme che la partita ha lanciato. Non si accende Icardi così come la stella più preziosa del precampionato, Lautaro Martinez. Malissimo invece Dalbert: se questa doveva essere la stagione del riscatto del terzino ex Nizza, l’inizio è uno scenario fin troppo negativo perfino per il più pessimista. Spalletti aspetterà con ansia il ritorno di Radja Nainggolan. Servirà il ritorno al 100% del Ninja per il salto di qualità chiesto dal tecnico. L’ex Roma non vede l’ora di tornare a lavorare col tecnico che più lo ha valorizzato, i tifosi aspettano fiduciosi.

Sorride Aurelio Andreazzoli pronto a prendersi il riscatto anche in Serie A dopo l’ottima stagione in Serie B. Il suo Empoli batte il Cagliari sul piano del risultato ma anche del gioco: Zajc è il migliore in campo e illumina la strada per i gol di Krunic e Caputo. Non convince il Cagliari di Maran: Pavoletti fin troppo isolato e Castro unico a provare a rendersi pericoloso. Male il Bologna che cade in casa contro la Spal mentre Parma e Udinese si spartiscono un punto a testa con un pareggio per 2-2 che soddisfa Velazquez (“Un risultato importante, cresceremo”).

© riproduzione riservata