Serie A 2017/2018, Verona-Inter 1-2: le pagelle

Ivan Perisic Ivan Perisic - Foto Antonio Fraioli

L’Inter vince al Bentegodi il posticipo dell’undicesima giornata con i gol di Borja Valero e Perisic. Handanovic e D’Ambrosio rischiano di rovinare tutto nel secondo tempo. Nel Verona da sottolineare la prestazione di un ottimo Romulo. Di seguito le pagelle del match.

HELLAS VERONA

Nicolas 5.5

Legge male la traiettoria del tiro di Candreva deviandolo in calcio d’angolo. Dagli sviluppi della bandierina nasce il gol di Perisic.

Romulo 7

Sfonda bene sulla corsia di destra dove ad attenderlo c’è un Nagatomo poco ispirato. Con la sua velocità riesce a contendere le avanzate di Perisic.

Heurtaux 6

Sempre attento, sopratutto quando Icardi si muove tra le linee. Riesce a completare il match senza troppe sbavature.

Caracciolo 5

Si dimentica Borja Valero che si inserisce alle sue spalle e insacca il gol del vantaggio. A differenza di Romulo ed Hertaux è molto più disattento, diventando decisivo in modo negativo.

Souprayen 5

La fascia di destra è quella dove l’Inter riesce a creare di più. Candreva e D’Ambrosio avanzano senza che il francese riesca ad interferire tra i loro scambi.

Verde 6.5

Con il suo dribbling il Verona riesce ad avanzare parecchio sulla fascia. Il sostegno di Romulo lo facilità nel cercare il compagno al centro dell’area avversaria.

Bessa 6

Con il suo pressing il Verona recupera molti palloni utili nel contropiede. Riesce spesso a trovare la giocata giusta per allargare poi il pallone sulle fasce. (’68 Zuculini sv.)

Fossati 5

I centrocampisti neroazzurri riescono ad anticiparlo in più circostanze. Non riesce a reggere i ritmi della partita, limitandosi al compito semplice.

Fares 5

Pecchia gli chiede un lavoro più efficace che non arriva per tutto il match. Dalla sua parte il Verona non riesce mai a passare.

Cerci 6

Lotta su ogni pallone con alta intensità. La velocità è la sua arma in più, che unita a quella del compagno di reparto, riesce a mettere in difficoltà gli uomini di Spalletti in più occasioni. (’80 Lee sv.)

Kean 6

Cerca di aiutarsi con il fisico più che può per far ripartire la manovra in contropiede. Quando accellera nel dribbling è imprendibile, tanto da far guadagnare punizioni preziose alla propria squadra. (’68 Pazzini 6.5 Entra in campo e si presenta sul dischetto. Spiazza Handanovic e porta il Verona al pareggio).

All. Pecchia 6

L’Hellas Verona riesce a mettere in difficoltà l’Inter nonostante alcune assenze di spessore. Ciò che resta non sono punti ma una prestazione che può dare morale per il futuro.

INTER

Handanovic 5

Stende in maniera scomposta Cerci in area di rigore, portando il Verona al pareggio. Con questo episodio si rovina una serata che con molta probabilità sarebbe stata più tranquilla.

D’Ambrosio 5

Sbaglia un disimpegno importante che porta all’azione del calcio di rigore sancito dal VAR. Si intende bene però con Candreva in fase offensiva.

Skriniar 7

Decisivo quando gli uomini di Pecchia si fanno più pericolosi. Con il suo fisico vince ogni contrasto, anche quando l’avversario è più veloce di lui.

Miranda 6.5

Molto bravo nell’anticipare il filtrante per i due attaccanti gialloblu. Quando è costretto ad indietreggiare, temporeggia con lucidità fino al momento in cui riconquista il possesso.

Nagatomo 5

Non incide sulla partita. Dalla sua parte l’Inter soffre parecchio perchè Romulo è sempre un passo avanti rispetto a lui. In fase offensiva è troppo assente.

Gagliardini 5.5

Sbaglia le giocate più semplici e si complica la vita in varie occasioni. Le ripartenze di Romulo sono un problema che lo costringono al fallo più volte.

Vecino 6.5

Con molta intensità copre da solo tutto il centrocampo nerazzurro. Riconquista il possesso del pallone, tira da fuori area e serve il compagno che si infila tra le maglie avversarie.

Candreva 6.5

Particolarmente ispirato. Riesce a saltare spesso l’uomo, trovando anche l’assist del momentaneo vantaggio di Borja Valero. (’75 Brozovic sv.)

Borja Valero 7

Cerca spesso Icardi che però non riesce a concludere a rete. Allora decide di trasformarsi in attaccante, inserendosi su un cross di Candreva siglando il gol dell’1-0. (’79 Cancelo sv.)

Perisic 6.5

Non riesce ad entrare in partita, anche perchè viene chiamato ad accentrarsi spesso durante la costruzione di gioco. Si sblocca quando insacca il gol che porta i tre punti all’Inter, risultando decisivo anche in fase difensiva.

Icardi 5.5

Scende fino alla trequarti avversaria per aiutare il centrocampo. Riesce in più occasioni a riconquistare il pallone, ma in area è fin troppo poco presente (’85 Eder sv.)

All. Spalletti 6

L’Inter vince ancora ma continua a non convincere sotto alcuni aspetti. Ottimo il centrocampo, sopratutto Vecino e Borja Valero. Da rivedere la fase difensiva laterale.