Senza l’Inter il campionato sarebbe già finito: la terza a -7 dalla Juventus dopo 11 giornate

Inter, Antonio Conte FOTO ANTONIO FRAIOLI

Tre novembre. Cominciano le prime giornate di pioggia, fa buio presto e l’autunno si impossessa delle giornate: il campionato di Serie A entra nel vivo, ma dopo undici giornate la Juventus fa sempre da padrona (nove vittorie e due sconfitte) e solamente per merito di un’Inter anche oltre le aspettative il primo posto non è già deciso. Uno il punto che separa i bianconeri dai nerazzurri con i ragazzi di Antonio Conte, vera forza del club di Suning, che provano a tenere in tutti i modi il passo di Cristiano Ronaldo e compagni.

La terza in classifica è la Roma, che sta disputando un grande campionato visto che ha perso solo una volta e sta vivendo un momento molto complicato per quel che riguarda gli infortuni. Ma paga già sette punti dalla Juventus, sei dall’Inter. Un distacco, soprattutto quello sui bianconeri, che sembra difficilmente colmabile anche se siamo al 3 di novembre. Il Napoli di Carlo Ancelotti, squadra più accreditata per lottare punto a punto con i bianconeri, dopo undici giornate si trovano ad undici punti di distacco: un punto ogni giornata. E per rimontare serve davvero un miracolo, nel vero senso della parola. 

L’Atalanta per qualche settimana ha cullato il sogno di poter stare nei piani altissimi della classifica, ma ovviamente la squadra di Gian Piero Gasperini sta facendo anche oltre l’inimmaginabile ed è di nuovo in piena lotta per qualificarsi per una nuova storica Champions League. Il Milan ovviamente si è autoescluso dopo un inizio quasi drammatico, sportivamente parlando, mentre la Lazio proverà a lottare per entrare in Champions League. E quindi al 3 di novembre la pioggia di punti bianconera ha già devastato tutto il campionato. Tranne l’Inter, l’ombrello nerazzurro per il momento tiene. E a beneficiarne ne è tutto lo spettacolo.