Roma, Spalletti: “La Juventus è avanti non solo per i soldi. Totti? Ne abbiamo già parlato”

Luciano Spalletti - CC BY-SA 3.0

La Roma è chiamata a difendersi dal Napoli nella lotta al secondo posto, ma domani sera all’Olimpico arriva la Juventus, a caccia del punto per la conquista aritmetica del sesto Scudetto consecutivo. Luciano Spalletti, nella conferenza stampa della vigilia, sottolinea il valore dell’avversario: “Abbiamo fatto gli stessi punti della Juve dalla gara di andata? Significa che abbiamo lavorato bene, ma sono convinto che loro avrebbero potuto fare anche meglio. In alcuni momenti della stagione hanno potuto gestire, perchè sono partiti davanti. Una delle loro grandi forze è quella di creare sempre il clima giusto durante la partita: è un qualcosa che rispecchia il loro carattere. Noi purtroppo siamo partiti indietro, così alla Juve è mancata l’avversaria diretta che avrebbe potuto darle fastidio in campionato.” La differenza con i bianconeri non è solo rappresentata dal fatturato economico: “Quest’anno hanno dimostrato appieno il proprio valore: è un progetto che non si limita ad andare avanti, ma viene anche rispettato. Al momento faccio fatica a trovare un aspetto che permetta alle altre squadre di tenere il passo.”

Ancora dubbi di formazione per il tecnico toscano: “Perotti e Nainggolan li valuteremo nelle prossime ore. Sono giocatori forti, Radja lo vorrei sempre e anche Diego se in condizione in partite del genere può essere importante. Dobbiamo avere la certezza di avere giocatori in grado di giocare tutta la gara. Chi sostituisce Dzeko? E’ un giocatore importante, ma la squadra può far bene anche senza di lui, che è il nostro centravanti. Possiamo utilizzare altre soluzioni.”

Inevitabile anche una domanda sul collega Antonio Conte, fresco vincitore della Premier con il Chelsea: “E’ stato molto bravo a cambiare la situazione, perchè ha preso in mano una squadra e l’ha fatta rendere al massimo. Sicuramente la vittoria del campionato in Inghilterra rappresenta un premio per la nostra categoria.” Mentre da Napoli Sarri fa notare la mancanza di contemporaneità tra i partenopei e i giallorossi: “Ha ragione, è una situazione che si è gia verificata nella scorsa giornata. Sono d’accordo con lui.”

La stagione della Roma non è comunque da considerarsi negativa: “Abbiamo fatto bene, eccezion fatta per qualche partita di troppo, dove anche io ho avuto le mie responsabilità. Bisogna sempre cercare il miglioramento di se stessi, ma non sono sicuro che si possa ugualmente raggiungere la Juventus: per ora è avanti a tutti, indipendentemente dai soldi.”

Infine non poteva non essere affrontata la questione Totti: “Ho già espresso il mio pensiero dopo la partita con il Milan, ne abbiamo già parlato. Ho fatto delle valutazioni nei minuti finali della partita, anche perchè non è che i giudizi fossero molto diversi negli incontri in cui è entrato a 5′ dal termine.”