Roma, pareggio per 3-3 contro lo Yokohama Marinos: in gol Zaniolo, Ibanez e Shomurodov

Nicolò Zaniolo Nicolò Zaniolo, Roma - Foto LiveMedia/Fabrizio Corradetti

Un pareggio per 3-3 acciuffato all’ultimo contro lo Yokohama Marinos chiude la tournée della Roma in Giappone. Al National Stadium di Tokyo i giallorossi trovano un pari in rimonta con i gol di Zaniolo, Ibanez e Shomurodov. Senza Pellegrini, Spinazzola, Mancini e Belotti, Mourinho conferma Tahirovic e Missori dal 1′. A passare in vantaggio è la formazione giapponese che sfrutta una distrazione della difesa: sugli sviluppi di un cross dalla sinistra, Eduardo in area di testa buca Svilar che fa passare la palla sotto le gambe. Al 15′ altra chance: Missori rinvia centralmente, Leo Ceara calcia da fuori area e impegna il portiere belga. La Roma fatica a ripartire e a creare occasioni da gol. Nel finale della prima frazione di gioco Mourinho perde Benjamin Tahirovic, costretto ad uscire per un problema muscolare. Spazio quindi ad Edoardo Bove che al 42′ dà vita al primo vero sprazzo di Roma: il classe 2002 innesca El Shaarawy che serve in area Abraham ma la deviazione dell’inglese è imprecisa. Nel recupero del primo tempo la Roma subisce anche il secondo gol. Nishimura recupera palla in zona offensiva e calcia, la palla sbatte sul palo e carambola sul corpo di Svilar prima di entrare in rete. Nella ripresa Mourinho spende subito tre cambi: fuori Missori, Abraham e Matic, dentro Volpato, Shomurodov e Zaniolo.

Il primo squillo è proprio dell’azzurro classe 1999 che rientra sul mancino e calcia, ma Takaoka con la mano devia in angolo. Al 51′ altro spunto di Zaniolo che si lascia alle spalle due avversari e mette in porta Shomurodov ma l’uzbeko calcia sul corpo del portiere. Poco dopo si invertono i ruoli: Shomurodov crossa per l’italiano che col mancino costringe agli straordinari Takaoka. Al 65′ ci riprova Zaniolo: conclusione dal limite e palla deviata in corner. Al 66′ la Roma accorcia le distanze. L’assist è di Volpato, al resto pensa il solito Zaniolo che scatta in profondità, salta un difensore e col mancino batte il portiere sul primo palo. Ma poco dopo lo Yokohama torna sul +2: merito di Matsubara che dal limite calcia col destro e trova l’incrocio dei pali alle spalle del neo entrato Boer. La Roma risponde con Roger Ibanez che anticipa un avversario, penetra in area e firma il gol del 3-2. Nel recupero c’è il pari: sugli sviluppi di un errore della difesa, Volpato serve l’assist per il tap in da due passi di Shomurodov.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio