Roma-Inter, Conte: “Nel finale ansia da risultato. Mercato? Dimenticatevelo”

Inter, Antonio Conte FOTO ANTONIO FRAIOLI

La partita dell’Inter è stata buona anche nel primo tempo. Non era facile giocare contro la Roma che ha gli stessi nostri obiettivi ed è la terza forza del campionato. Mercato? Il verbo volere non esiste da agosto per noi. Sin dall’inizio la società mi ha comunicato la linea del club. Lavoro con questi calciatori e sono soddisfatto della rosa. Dimenticate il discorso mercato per l’Inter”. Queste le dichiarazioni di Antonio Conte nel post partita di Roma-Inter 2-2. All’Olimpico la formazione nerazzurra subisce il gol del pareggio nel finale subendo la reazione degli uomini di Fonseca dopo i cambi di Lautaro, Vidal e Hakimi: “Arturo si è infortunato e ha chiesto la sostituzione, Lautaro e Hakimi hanno dato tantissimo nei 65’ e stavano perdendo colpi e palle importantissime – si giustifica il tecnico ai microfoni di Dazn – Se l’Inter vuole ambire a qualcosa di importante, deve anche sfruttare la panchina e le sostituzioni. Stiamo giocando tante partite in pochi giorni, è normale pagare dazio”.

E sulla gestione della partita negli ultimi dieci minuti: “Nel finale è subentrata l’ansia da risultato. Dalla panchina abbiamo continuato a dire di mantenere una pressione alta. Ma mi hanno colpito le parole di Fonseca. Ha detto che l’Inter ha una sua fisionomia e che è difficile trovare delle contromosse. Questo vuol dire che l’Inter è una squadra organizzata e questo aspetto spesso non ci è riconosciuto”. Infine, sulla prova di Vidal: “Sono soddisfatto della sua prestazione”, ha concluso Conte.