Roma, il padre di Coric: “Costretti ad accettare l’Italia”

Ante Coric - Foto Antonio Fraioli

Avremmo accettato tutto tranne l’Italia e la Francia, ma purtroppo non abbiamo avuto scelta e siamo stati costretti ad accettare la Roma per andarcene il prima possibile. Volevamo lasciare a tutti i costi la Dinamo Zagabria che si era comportata nel peggiore dei modi con mio figlio“. Faranno discutere le parole del padre di Ante Coric, Miljenko, ai microfoni del portale croato index.hr.

Arrivato in estate dalla Dinamo Zagabria, il giovane centrocampista è stato rapidamente sorpassato nelle gerarchie da Cristante, Zaniolo e Pellegrini oltre che da Pastore. “Recentemente ho contattato il tecnico e gli ho chiesto una spiegazione. Lui mi ha risposto che c’è molta concorrenza in quel ruolo, ci sono tre giocatori italiani sopra di lui. La Roma comunque è impegnata su tre fronti sino a fine stagione, il club è convinto che avrà una possibilità di giocare”, ha concluso il padre del centrocampista croato.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio