Serie A 2018/2019, numeri e statistiche della quindicesima giornata

Diego Milito Diego Milito - Foto Steindy

Venerdì alle 20.30 il “Derby d’Italia” Juventus-Inter apre la 15ª giornata di Serie A: nell’ultimo scontro diretto giocato a San Siro il 28 aprile scorso, i bianconeri hanno battuto i nerazzurri 3-2, ma non vincono partite consecutive contro l’Inter dal periodo febbraio 2011-marzo 2012, quando trionfarono per tre volte di fila. La squadra di Allegri inoltre si è aggiudicata 56 delle ultime 61 partite casalinghe nel massimo campionato (nelle restanti ha ottenuto tre pareggi e due sconfitte), ha segnato 143 gol e ne ha subiti solo 24. Il club allenato da Spalletti invece è l’unico ad aver vinto in questo stadio con più di un gol di scarto, il 3 novembre 2012 infatti l’Inter si impose per 3-1.

Sabato alle 15 il Napoli riceve il Frosinone: i partenopei hanno vinto entrambe le partite contro i ciociari nella stagione 2015/2016 segnando 9 reti e subendone una soltanto, la squadra di Longo ha perso solo uno degli ultimi 6 match in questa Serie A (un successo e quattro pareggi). Alle 18 la Roma fa visita al Cagliari: i giallorossi hanno trionfato in 6 degli ultimi 7 incroci del torneo contro i rossoblù, ad eccezione del pareggio per 2-2 maturato il 28 agosto 2016 e ne hanno vinti tre col punteggio di 1-0. L’ultima squadra che ha fatto segnare la striscia di successi per 1-0 più lunga contro lo stesso avversario è stata la Fiorentina, che ha battuto la Lazio per quattro volte consecutive con lo stesso punteggio nelle partite giocate tra dicembre 2006 e marzo 2008. Alle 20.30 allo stadio Olimpico di Roma si affrontano Lazio e Sampdoria: la squadra di casa è andata a segno almeno una volta nelle 13 partite in Serie A contro i blucerchiati e ha vinto 10 volte di cui 4 consecutive (nelle restanti tre ha ottenuto due pareggi e una sconfitta). Ciro Immobile ha totalizzato finora 29 tiri in porta, solo Cristiano Ronaldo ha fatto meglio arrivando a quota 43.

Domenica alle 12.30 il Sassuolo ospita la Fiorentina: i neroverdi hanno battuto i viola in casa 1-0 lo scorso 21 aprile dopo 7 incontri consecutivi senza successi, la squadra di Pioli non vince da altrettante partite (cinque pareggi e due sconfitte): la striscia più lunga senza successi nel torneo per i gigliati risale al 2010 nel periodo tra aprile e settembre, quando non centrarono i tre punti per 11 match consecutivi. Alle 15 il Bologna fa visita all’Empoli: negli ultimi cinque scontri tra le due compagini i toscani non hanno mai perso collezionando tre vittorie e due pareggi, i felsinei invece non hanno mai trionfato in trasferta quest’anno (cinque pareggi e 12 sconfitte) e in queste 17 gare hanno segnato 9 gol e ne hanno subiti 29. Alla stessa ora al Tardini va in scena Parma- Chievo: negli ultimi 16 incontri in Serie A le due formazioni hanno pareggiato sei volte mentre in otto occasioni una delle due squadre è riuscita a prevalere con un solo gol di scarto. Alla stessa ora alla Dacia Arena l’Udinese riceve l’Atalanta: dalla stagione 2011/2012 in cui i bergamaschi sono ritornati nella massima serie, i bianconeri non hanno mai perso uno scontro diretto con uno score di quattro vittorie e tre pareggi. I friuliani finora hanno segnato soltanto tre reti nei primi tempi, nessuna squadra del torneo ha fatto peggio mentre negli ultimi sei match di questa Serie A la squadra di Gasperini ha sempre centrato il bersaglio grosso.

Alle 18 il Genoa affronta in casa la Spal: nella scorsa stagione la squadra di Semplici ha collezionato quattro punti contro i rossoblù pareggiando a Marassi per 1-1. I ferraresi hanno la media più alta di cartellini gialli ricevuti a partita in questa stagione (2,9) e sono anche la squadra con più rossi a carico (2 al pari di Bologna, Chievo e Sassuolo). Chiude la 15ª giornata il match Milan-Torino (ore 20.30): i rossoneri sono imbattuti nel massimo torneo contro i granata da 21 partite di fila (11 successi e 10 pareggi), l’ultima sconfitta risale al 4 novembre 2001 in trasferta (1-0), un ko che costò la panchina a Terim e permise a Carlo Ancelotti di sbarcare a Milanello. Gli ultimi tre incontri sono finiti in parità. Il Torino ha subito finora soltanto sei gol in trasferta: solo i cugini juventini ne hanno incassati meno (4).