Napoli-Torino 1-0, Spalletti: “Ora si aspettano tanto da noi. Insigne resta il rigorista”

Luciano Spalletti - Foto Antonio Fraioli

“Non ho mai pensato che fosse impossibile sbloccare questa partita. Quando si hanno attaccanti forti si può, le soluzioni le avevamo e abbiamo sperato che si potesse segnare. Ora tutti si aspettano tanto da noi, vogliono che questo sia il livello da imporre sempre. Non sarà facile. Siamo un gruppo compatto e di amici, poi è chiaro che bisogna proporre un buon calcio”. Lo ha detto l’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, al termine della vittoria contro il Torino:Juric lo conosciamo bene, è un allenatore tosto e forte che sa benissimo caricare le proprie squadre e contro di lui diventa sempre una battaglia”. Su Insigne, protagonista anche stasera di un rigore sbagliato: “Vedere la squadra compatta dà morale, vedere giocatori come Politano, lo stesso Insigne che va a recuperare palloni in area con generosità, qui tutti si prendono le responsabilità che devono prendersi. Insigne era dispiaciuto di non aver contribuito in quel momento, ma il prossimo rigore per me lo batte Insigne e quello dopo Lorenzo”.

Sulla prestazione di Rrahmani: “Rrahmani si è guadagnato il fatto di essere titolare, è un difensore di livello, deve solo migliorare un po’ in costruzione. Difficile trovargli dei lati deboli”. E su Osimhen, autore del gol vittoria: Osimhen fortissimo e in un gran momento di forma, ora sta acchiappando tante cose che prima non teneva in considerazione, si sta migliorando ed è fortissimo”.