Milan, Ibrahimovic: “Io il pilota di questa squadra. Futuro? Vedremo. Dedico scudetto a Raiola”

Zlatan Ibrahimovic Zlatan Ibrahimovic- Foto Mezzelani/GMT

“In questi giorni dirò tutto quel che mi è successo, la storia è incredibile, ho sofferto tanto per questo trofeo e ho avuto tanti problemi fisici. Ho fatto di tutto per aiutare anche fuori dal campo, la squadra è stata molto disponibile, aspettava un pilota, sono arrivato, io ho fatto il pilota e abbiamo vinto. Futuro? Prima devo fare le cose per stare bene. Ultima partita? Dipende, da cosa succede, vediamo se mi opero”. Lo ha detto Zlatan Ibrahimovic dopo la vittoria dello Scudetto col Milan. Lo svedese non ha dubbi: “È lo Scudetto che mi dà più soddisfazioni. Ho promesso di riportare il Milan al top, in tanti hanno riso e invece eccomi qua come campione”. E ancora: “Dal primo giorno del mio arrivo era un Milan, oggi è un altro Milan. Abbiamo lavorato in silenzio, c’era una situazione difficile due anni fa. Pioli mi ha dato disponibilità per essere me stesso, mi ha un po’ stressato perché è il suo primo trofeo della carriera ed è normale essere stressati”. E infine una dedica speciale: “A Mino Raiola. È il primo trofeo che vinco senza di lui, Mino mi ha detto che solo io potevo salvare il Milan”.