Milan, Conti scalpita: “Infortuni psicologicamente massacranti, ora sono pronto”

Andrea Conti - Foto Sportface

“Gli infortuni mi hanno massacrato psicologicamente. Ho cercato di nascondere la mia tristezza ma è stato un anno davvero difficile“. Sono queste le parole di Andrea Conti, pronto ad iniziare finalmente la sua avventura al Milan dopo due lunghi stop per i problemi al ginocchio. “Vedi i tuoi compagni soffrire in campo e tu non puoi fare niente per aiutarli – ha continuato il giocatore rossonero ai microfoni di Sky Sport 24 – Spero che il peggio sia passato, ora sono contento. Sto bene, sono stato meglio ma anche peggio. Settimana dopo settimana mi sento meglio: ho fatto allenamenti e a volte sono stato anche convocato. Sono a disposizione, quando il mister vuole mettermi dentro può contare su di me. Non ho una partita dall’inizio ma qualche spezzone posso farlo, quando il mister vorrà ci sono“.

Conti ha le idee ben chiare: “Il mio obiettivo è quello di riportare il Milan sul tetto d’Italia e d’Europa, dove merita. Champions? Stiamo dimostrando di poterci stare, era già un obiettivo lo scorso anno ma c’è stato un cambiamento radicale. Maldini? Quando lo vedo mi sento in difficoltà, ci ho preso confidenza solo da una settimana: fino a dieci giorni fa faticavo a guardarlo. Per me lui è un esempio”. 

 

 

About the Author /

Classe 1992, studente di Giurisprudenza e diplomato al Conservatorio con il sogno del giornalismo. Amo lo sport a 360°, anche perché il mio paesino da 17.000 abitanti ha cresciuto un calciatore di Serie A e della nazionale come Legrottaglie, una medaglia olimpica di volley come Mastrangelo, e l'ormai certezza della marcia Palmisano. E poi ci sono io, mancato numero 1 Atp, cui rimedio sproloquiando come redattore anche su Tennis World Italia