Lazio, Tare: “Il calcio da sempre è la mia vita. Faccio il ds con la mentalità di un calciatore”

Igli Tare Igli Tare - Foto Antonio Fraioli

Igli Tare, direttore sportivo della Lazio dal 2009, ha conquistato negli undici anni al club biancoceleste diversi trofei. Il ds albanese ha concesso un’intervista alla rivista Lazio Style Official Magazine, raccontando vari aneddoti della sua vita. Di seguito un’anticipazione: “Dopo la carriera da calciatore ero convinto che sarei rimasto in questo mondo, non sapevo se da dirigente o da allenatore. La mia vita sarebbe comunque rimasta legata al calcio. Questo sport è stato un punto di riferimento e, quando ero giocatore, la pensavo in maniera diversa rispetto agli altri. Ero interessato a ciò che avveniva al di fuori del campo, mi incuriosiva la gestione di una società e ciò mi ha aiutato molto nel corso della mia carriera. Quando ho intrapreso il percorso dirigenziale, pensavo di voler proporre me stesso. Avevo alle spalle un’esperienza importante, mi sono sempre detto che, se avessi svolto il ruolo da direttore sportivo, avrei continuato a ragionare con la testa da calciatore. Questo è stato molto d’aiuto, soprattutto nei momenti più difficili”.