Lazio, Inzaghi: “Possibile turnover contro il Bologna, ci aspetta una gara insidiosa”

Simone Inzaghi, Lazio - Foto Antonio Fraioli

Abbiamo fatto una grande gara contro il Borussia e tre giorni prima a Genova ne avevamo fatta un’altra. Le motivazioni non devono mai mancare. Contro il Bologna dovremo mettere le stesse motivazioni che abbiamo messo in Champions”. Lo ha dichiarato il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi alla vigilia del match contro il Bologna del grande ex Sinisa Mihajlovic, che andrà in scena domani alle 20:45 allo stadio Olimpico. “Sarà una partita insidiosa con un Bologna che ha raccolto meno di quello che si sarebbe meritato in queste ultime partite – ha proseguito l’allenatore piacentino in conferenza stampa – Sarà una gara intensa, ci siamo incontrati tante volte con Mihajlovic. Domani vorranno fare la loro partita e noi la nostra. La Lazio non deve sottovalutare nulla e in campionato abbiamo bisogno assolutamente di punti”, ha affermato Inzaghi.

RIVIVI IL LIVE DELLA CONFERENZA STAMPA

Il tecnico della Lazio si è poi concentrato sui singoli: “Milinkovic? Ha preso una botta che lo ha costretto al cambio martedì. Ieri non è riuscito ad allenarsi ma confido di recuperarlo. Vedrò se schierarlo dall’inizio o a partita in corso. Dovrò valutare anche le condizioni di Pereira e di Cataldi. Per Lazzari ed Escalante ho ancora l’allenamento di oggi. Credo che Muriqi possa partire anche titolare, martedì sia lui che Caicedo hanno aiutato tantissimo la squadra. Domani spero di avere a disposizione tutti e quattro gli attaccanti”.

Reina dal primo minuto? C’è la possibilità che possa giocare, ma manca ancora l’allenamento di oggi. Dovrò cercare di capire e valutare, ma l’importante è il recupero mentale. E’ la testa che ti fa fare grandi prestazioni – ha proseguito l’allenatore biancoceleste in merito al possibile turnover – Ci siamo meritati di giocare ogni tre giorni, giocare la Champions è una grande fortuna. Akpa Akpro? E’ un giocatore che è arrivato con una grandissima umiltà. Potrebbe benissimo giocare domani, ma dobbiamo vedere le condizioni tutti. I giocatori sono tutti importanti. Luiz Felipe è stato bravissimo in Champions. Hoedt è entrato molto bene in campo contro un avversario non semplice, mentre Vavro sta cercando di recuperare la condizione. Dopo la partita di Genova abbiamo bisogno di tutti i giocatori per effettuare delle rotazioni, ha concluso.