Juventus, il Sun contro Agnelli: “Vuole uccidere la Premier League”

Andrea Agnelli Andrea Agnelli - Foto Antonio Fraioli

“Il presidente della Juventus vuole uccidere la Premier League, speriamo che i suoi progetti funzionino come l’acquisto di Cristiano Ronaldo. Una delle sue idee stravaganti è che alle squadre di Champions League non dovrebbe essere permesso di comprare e vendere giocatori tra di loro. Questa misura, probabilmente secondo lui, garantirebbe salari più bassi per i migliori giocatori, importi di trasferimento inferiori, limiterebbe il “furto” dei giocatori e controllerebbe il potere che hanno gli agenti. Sembra un ritorno al medioevo e non sorprende che appoggi il pensiero che uno o due dei nostri sei maggiori club della Premier League ottengano un pass gratuito per la Champions League sulla scia delle prestazioni fatte in Europa. Secondo il sistema proposto da Agnelli, se il Liverpool finisse in basso in classifica, gli sarebbe comunque concesso un posto in Champions League invece del club che è arrivato quinto, tutto a causa del modo in cui i punti del coefficiente proposti sono calcolati sulla base delle prestazioni storiche. Se quella squadra fosse l’Everton, un possibile scenario in questa stagione, potrebbe scoppiare una guerra civile”.

 Così oggi il il Sun accusa con un editoriale di  Karren Brady il presidente della Juventus, Andrea Agnelli che aveva avanzato delle proposte per il calcio europeo e anche per la riorganizzazione della Premier League. Dopo l’ennesimo fallimento dei bianconeri in Champions League, anche il famoso quotidiano inglese ha voluto prendere una posizione: “In qualità di presidente della European Club Association e membro esecutivo della Uefa, Agnelli dichiara che un accordo su un nuovo formato per la Champions League sarebbe vicino. Ha suggerito anche che la PL dovrebbe ridurre il numero di squadre che ci giocano perché pensa che 20 club siano troppi e a discapito dell'”equilibrio competitivo”.

Ditelo allo Sheffield United che ha vinto all’Old Trafford. O al West Brom, che ha pareggiato con tutti e quattro i rappresentanti della Champions League inglese. Questo è il motivo per cui il PL è il miglior campionato del mondo“. Secondo il Sun Agnelli avrebbe un piano per arricchire soprattutto i club già ricchi ed aumentare quindi il gap con quelli più poveri. “Almeno c’è un risarcimento visto che i piani di Agnelli sono andati alla deriva. Alcuni dei più recenti non sopravviveranno alle prese in giro: un abbonamento TV per consentire ai bambini di guardare gli ultimi 15 minuti delle partite. Ha acconsentito che la Juve pagasse 100 milioni al Real Madrid e uno stipendio di 30 milioni per Ronaldo, aspettandosi che la genialità dell’allora 33enne garantisse l’ennesimo scudetto e aumentasse le possibilità di vincere una terza Champions League. Attualmente è terzo in Serie A ed è uscito dalla Champions League martedì dopo che una punizione del Porto che è passata sotto le gambe di Ronaldo. Una sconfitta imbarazzante per la quale non si può fare a meno di sorridere”.