Juventus, Higuain: “I bianconeri i più esigenti sul mio peso, per fortuna poi facevo trenta gol a stagione”

Gonzalo Higuain, Juventus-Milan 2016-2017 - Foto Antonio Fraioli

L’attaccante argentino Gonzalo Higuain, intervistato da TyC Sports, ha parlato della sua esperienza juventina e di alcune tematiche legate alla stretta attualità calcistica. In primo luogo la punta ha sottolineato come la Juventus prestasse molta attenzione alla sua forma fisica:I bianconeri erano molto esigenti sul peso, mi facevano anche della foto ogni anno. Alla fine però mi piacevo, anche perchè poi segnavo 30 reti a stagione”. 

Passando poi a tematiche più attuali, Higuian si è espresso su Leo Messi e Julian Alvarez, grande talento del calcio argentino. Sulla stella del PSG e sul giovane calciatore argentino, l’attaccante argentino ha dichiarato: ” Se devo scegliere preferisco Leo, mentre Alvarez l’ho scoperto io. Sono felice stia facendo bene”. Una battuta poi sui tecnici avuti in carriera: “Tra i migliori che ho avuto ci sono Sabella, Pellegrini e Sarri. Maradona poi è stato il primo a portarmi in Nazionale, gli sarò per sempre grato”. Infine un aneddoto sul suo trasferimento al Napoli“Venivo da una stagione da 36 reti, senza però riuscire a vincere il titolo. Così mi sono chiesto cosa potessi fare per salire di livello e l’offerta della Juventus era irrinunciabile. Prima stavo poi per andare all’Arsenal, ma mi dissero che costavo troppo. Non è stata quindi una decisione facile andare alla Juve, ricordo bene gli insulti e l’odio dei tifosi partenopei. Alla fine però in otto partite ho segnato otto reti contro di loro e il male ti si ritorce sempre contro”.