Juventus-Atalanta, Allegri: “Benatia doveva stare zitto. Voglio evitare Barcellona e Real Madrid”

di - 14 marzo 2018
Massimiliano Allegri - Foto Antonio Fraioli

Siamo primi con quattro punti di vantaggio, siamo nella fase decisiva della stagione. L’obiettivo era arrivare a marzo ai quarti di Champions, in testa alla classifica ed in finale di Coppa Italia”. Questo il commento di Massimiliano Allegri al termine di Juventus-Atalanta, recupero della ventiseiesima giornata del campionato terminato con il punteggio di 2-0 grazie alle reti di Higuain e Matuidi. “Bisogna recuperare energie mentali, ogni partita che passa l’asticella si deve alzare – prosegue il mister bianconero ai microfoni di Sky Sport – L’Atalanta è un’ottima squadra, sia tatticamente che tecnicamente. Il Napoli è a ridosso e bisogna ancora fare tanti punti per vincere lo scudetto.

Chi sta entrando sempre più in forma è il numero nove: Higuain è cresciuto molto. Ha cominciato a fare anche il regista offensivo oltre ad essere un grande goleador. Sta crescendo anche Dybala, come tutta la squadra. Bisogna arrivare in fondo tutti insieme, questo è il nostro obiettivo. Altrimenti non si può lottare per tre competizioni.

Sul 2-0 Benatia è stato protagonista di una rissa con De Roon, Allegri non l’ha presa bene: “Quello è stato un momento di rabbia, poi si è subito calmato. Oltre che essere un bravo giocatore è un bravo ragazzo, ma quando gli si chiude la vena è intrattabile. Doveva stare zitto, bisogna usare il cervello. La vecchia guardia ancora stupisce per l’intensità delle partite: Vedere Buffon e Chiellini dopo tutto quello che hanno vinto così è molto bello, hanno alzato l’asticella e si continuano a mettere in discussione. La fase difensiva va saputa fare, ma tutti la denigrano.

Infine un commento sul sorteggio di venerdì che stabilirà gli accoppiamenti dei quarti di finale della Champions League: “Bisogna evitare il Barcellona perché non se ne può più e il Real Madrid che è nettamente la favorita della Champions. Si sono presi tre mesi di vacanza e ora stanno cominciando a giocare sul serio”.

 

© riproduzione riservata