L’Inter risponde alla Juventus, Lukaku risponde a Ronaldo: a Natale è pari e patta

Inter, Romelu Lukaku FOTO ANTONIO FRAIOLI

Quarantadue Inter, quarantadue Juventus: alzi la mano chi, a Natale, pensava che in testa, assieme alla Juventus, ci potesse essere un’altra squadra. E invece dopo diciassette giornate di questo campionato più equilibrato che mai c’è l’Inter di Antonio Conte che nel momento più difficile, due pareggi con Roma e Fiorentina oltre alla cocente eliminazione in Champions League e con una lista lunghissima di infortunati e squalificati, vive una serata perfetta e affossa definitivamente Thiago Motta, al capolinea la sua avventura con il Genoa.

RONALDO CHIAMA, LUKAKU RISPONDE – Il volo alieno di Cristiano Ronaldo mercoledì scorso a Genova contro la Sampdoria aveva fatto il giro del mondo e aveva riportato i bianconeri da soli in testa alla classifica. Ma se la Juventus di Sarri cresce, anche l’Inter di Antonio Conte non è da meno: senza Lautaro Martinez squalificato, è Romelu Lukaku a trascinare una baby Inter. Doppietta, un assist in campo e uno fuori dal campo lasciando il calcio di rigore a Sebastiano Esposito che, all’esordio dal primo minuto, timbra una serata da sogno testimoniata anche dalle lacrime a fine partita.

CHE CALENDARIO ALLA RIPRESA – Il girone di andata si concluderà con delle sfide da urlo: il 6 gennaio la Juventus ospiterà il Cagliari mentre l’Inter dovrà andare a Napoli invece una settimana dopo i nerazzurri affronteranno l’Atalanta di Gasperini a San Siro e i bianconeri voleranno a Roma contro i giallorossi. Appaiati, Inter e Juventus, potrebbero dar vita ad uno dei campionati più belli degli ultimi anni.