Inter, la musica è cambiata: altra vittoria a Parma che vale la vera fuga scudetto

Inter, Antonio Conte FOTO ANTONIO FRAIOLI

E’ fuga Inter. A tredici giornate dalla fine la squadra di Conte vola alto e regge il colpo in una giornata che poteva rivelarsi insidiosa. Il turno infrasettimanale regala ai nerazzurri un’altra vittoria che vale doppio visto il passo falso del Milan: adesso la capolista può vantare sei punti di vantaggio nei confronti della concorrenza e la strada verso il titolo adesso si fa meno impervia. Non per questo facile, visto che c’è ancora tanto da giocare e le insidie sono dietro l’angolo: questa Inter, però, sembra aver trovato la quadratura giusta, la musica è cambiata e lo spartito adesso funziona. Ci sono voluti alcuni mesi, l’uscita dalle coppe, le critiche più atroci, ora però tutto è in equilibrio e anche i comprimari di lusso come Sanchez funzionano alla perfezione.

E’ proprio il cileno a regalare tre punti pesantissimi a questa squadra che rischia ora di non avere punti deboli. Il Parma si è difeso con ordine nel primo tempo, poi però alla lunga la pressione nerazzurra ha avuto la meglio. E’ da apprezzare il sussulto d’orgoglio dei ducali, con Hernani all’ennesimo gol stagionale in un’annata che fin qui però è tremendamente nera. Se da una parte si guarda con fiducia alla possibilità di tornare a vincere lo scudetto, in casa emiliana il rischio retrocessione si fa sempre più concreto. Anche D’Aversa, ora, ha bisogno del suo spartito, lui che come direttore d’orchestra ha dimostrato di saperci fare. Il tempo, però, stringe.