L’Inter di Conte tra matematica e festa scudetto: il conto alla rovescia è già partito

Inter, Antonio Conte FOTO ANTONIO FRAIOLI

Undici vittorie, undici partite, undici punti di vantaggio. L’Inter di Antonio Conte è vicina a diventare campione d’Italia, undici anni dopo l’ultima volta quando sulla panchina sedeva Josè Mourinho. Una cavalcata senza eguali in questo girone di ritorno: trentatré punti conquistati, bottino pieno, battendo Milan, Lazio e Atalanta e solamente quattro gol subiti. Un cambio di marcia che ha di fatto chiuso a tripla mandata il campionato di Serie A in due mesi, un passo a cui nessuna delle inseguitrici è riuscita a rimanere aggrappata. E adesso è partito il conto alla rovescia: come e quando diventerà campione d’Italia?

I tifosi dell’Inter hanno il diritto di fare gli scongiuri del caso, ma forti dei 74 punti in classifica c’è una cifra, un numero, che in questo momento vuol dire scudetto matematico: è 87. Infatti solo il Milan, vincendo le ultime otto partite, potrebbe arrivare a quella quota ma, in virtù degli scontri diretti (2-1 Milan all’andata e 3-0 Inter al ritorno), i nerazzurri a pari punti avrebbero la meglio. Dunque a Lukaku e compagni mancano tredici punti in otto partite di campionato per la matematica certezza. Quota che, con ogni passo falso di Milan, Juve e Atalanta, si andrebbe ad abbassare sempre più.

Questo riguarda il come, ma quando fattivamente l’Inter potrà vincere lo scudetto? Per raggiungere i tredici punti ovviamente servono almeno cinque partite (a meno che le inseguitrici non perdano punti) e le prossime cinque partite dell’Inter sono le seguenti: Napoli e Spezia in trasferta, Verona in casa, Crotone in trasferta e Sampdoria in casa. Proprio Inter-Sampdoria, a quattro giornate dal termine, dunque potrebbe essere la partita scudetto: con quattro vittorie ed un pareggio nelle prossime cinque, il 9 di maggio (oppure sabato 8, ancora non si conoscono anticipi e posticipi), i nerazzurri potrebbero tornare sul tetto d’Italia. Anche in virtù dello scontro diretto tra Juventus e Milan che si disputerà proprio in quella giornata. Il conto alla rovescia è ormai cominciato: -13.