Inter, Ciccio Graziani bacchetta Conte: “Non ha vinto ancora nulla, sfogo fuori luogo”

Ciccio Graziani - Foto Sportface

Ciccio Graziani torna a parlare della sfuriata di Antonio Conte nel post Atalanta-Inter e si schiera dalla parte della società nerazzurra bacchettando l’allenatore salentino. Secondo l’ex attaccante, sarebbe stato meglio evitare certe esternazioni, considerate peraltro non giustificate per quanto accaduto: “Uno che ti dà undici milioni l’anno netti non deve esultare per la vittoria della squadra? Poi tutti questi attacchi non li ho visti. Io credo che se ci fossero stati i presupposti, i dirigenti lo avrebbero difeso. La verità è che l’Inter ha affrontato momenti belli e di difficoltà, perché alla società non è piaciuta l’eliminazione dalla Champions League e dalla Coppa Italia. A volte ci sono degli allenatori che pensano di essere proprietari di un club e invece devono fare i dipendenti, non può fare e dire tutto quello che vuole. Antonio è bravo come allenatore, io stravedo per lui, ma non sa contare fino a dieci nelle situazioni di difficoltà. Poi dico ad Antonio: ‘Non hai vinto ancora nulla’. I numeri stagionali? A maggior ragione dovrebbe essere contento, ma ci sono ancora delle cose in corso, c’è l’Europa League, non capisco perché lo sfogo in questo momento. Fossi il presidente? Lo chiamerei per avere un rapporto e vorrei anche delle scuse. Gli allenatori vanno e vengono, l’Inter rimane”.