Inchiesta Juventus, Chiellini ai magistrati: “Volevamo che tutto lo staff fosse retribuito regolarmente”

Paulo Dybala e Giorgio Chiellini Paulo Dybala e Giorgio Chiellini - Foto Antonio Fraioli

La Gazzetta dello Sport torna sull’inchiesta riguardante la Juventus, e lo fa pubblicando l’intervento di Giorgio Chiellini con i magistrati, risalenti allo scorso 4 aprile: “Ognuno aveva la sua opinione, non è stato semplice. Non ricordo con esattezza chi era favorevole e chi no, la disponibilità c’è stata da parte di tutti. A noi la rinuncia a prendere denaro per qualche mese non ci cambia. Ci tenevamo, invece, che tutto lo staff fosse retribuito regolarmente. Quello che a me è stato messo in busta l’anno dopo, sarebbe stato dato a chi andava via come incentivo all’esodo”.