Il Frosinone sbanca Firenze: Baroni ora ci crede, la salvezza non è più impossibile

Daniel Ciofani - Foto Antonio Fraioli

Il Frosinone vince a Firenze, trovando il secondo successo consecutivo in Serie A. I ciociari tengono aperta la corsa per la salvezza, imponendosi su una Fiorentina priva di motivazioni. I meriti, però, vanno tutti ai gialloazzurri, che hanno messo in mostra una delle prestazioni migliori di tutta la stagione, riuscendo a dare continuità alle bellissime prove contro SPAL e Parma. Se con gli estensi è stata la sfortuna a condannare il Frosinone, con il Parma è arrivata una vittoria soffertissima, dopo oltre 100 minuti di gioco. A deciderla oggi è stato il solito Daniel Ciofani, che ha dimostrato ancora una volta come sia un giocatore che meriterebbe di lottare per ben più che la salvezza.

Il Frosinone si è reso pericoloso moltissime volte, mettendo in atto una gara di altissima intensità davanti e di attenzione totale in difesa. I ciociari sono lontani parenti della squadra vista nel girone di andata, palesando i grandi meriti del direttore e del presidente negli investimenti nel mercato invernale, dimostrandosi, ancora una volta, fra le società più competenti d’Italia. L’unico errore è stato, forse, confermare Moreno Longo dopo le sconfitte iniziali, il quale aveva avuto difficoltà anche nella stagione passata, quando con una squadra di categoria superiore era riuscito a salire in A solo dopo i playoff. La ‘cura Baroni’, probabilmente, è arrivata troppo tardi, ma il tecnico ex Benevento si sta confermando come uno dei migliori allenatori a cui affidarsi per cercare la salvezza. La situazione in classifica è ancora critica, ma la squadra del patron Stirpe, giocando così, potrà rosicchiare ancora punti importanti, e si potrà inserire nel gruppetto in lotta per la permanenza in A insieme ad Empoli e Bologna