“Ho preso due schiaffi e ho fatto tre passi indietro”, è ancora scontro tra Juric e il Torino

Ivan Juric Ivan Juric - FotoLiveMedia/Francesco Scaccianoce

“Non chiedo rinforzi. Ho preso due schiaffi e ho fatto due passi indietro. Io ho sempre litigato e lavorato, anche a Verona abbiamo fatto tanti litigi e poi abbiamo preso Amrabat cambiando la stagione. Su certe cose, però, io non arrivo e io mi devo concentrare sulla squadra e al campo”. E’ ancora scontro frontale tra Ivan Juric e il Torino. Il tecnico granata, che già in estate non le aveva mandate a dire durante il ritiro al direttore sportivo Vagnati, con i due venuti quasi alle mani, dopo il derby perso con la Juventus ha sbottato in conferenza stampa, manifestando nuove divergenze pesanti in sede di calciomercato: “E’ un discorso più ampio. Quando sei a Torino, puoi fare un anno di rinascita come l’anno scorso e si vedevano le cose in un certo modo, ma poi non va più bene. Qui a Torino si crea frustrazione. Il Toro deve valere di più, ma io guardo la realtà: so bene qual è e cosa abbiamo fatto, ora lo devo trasmettere. E’ un lavoro difficile, nella vita bisogna porsi obiettivi realistici”.