Gravina: “Sciopero calciatori? Paradossale oggi che l’Italia cerca di ripartire”

Gabriele Gravina Gabriele Gravina
La Lega Serie A ha indicato il 13 giugno come data per la ripresa. Aspettiamo l’incontro con il Ministro Spadafora il 28 maggio per capire se e quando potremo fissare una data che in tanti aspettano: i tifosi, gli addetti ai lavori e le decine di migliaia di lavoratori dell’indotto che vedono i propri posti di lavoro a rischio“. Così il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha commentato la situazione attuale del calcio italiano in un’intervista a Repubblica. “Sarebbe paradossale pensare a uno sciopero dei calciatori oggi che il Paese cerca di ripartire. Noi non abbiamo autorizzato i club a non pagare, sarà il Collegio arbitrale a decidere sui contenziosi relativi agli stipendi. I lavoratori di altri settori sono nelle stesse condizioni, perché i calciatori dovrebbero avere aiuti ulteriori?” ha concluso Gravina.