Giovanni Galeone: “Giampaolo al Torino? Me lo immagino preoccupato, ma potrà far bene”

Marco Giampaolo Marco Giampaolo - Foto Antonio Fraioli

“Giampaolo? Me lo immagino preoccupato, perché il Toro si è salvato per miracolo giocando un calcio peggiore del Lecce e del Brescia finché c’è stato Corini. Dunque del lavoro da fare ce n’è, e tanto. E lui lo può fare perché è un ottimo allenatore, che tecnicamente e tatticamente non si discute. Caratterialmente forse sì, perché quella sua freddezza naturale non si sposa con l’ambiente. Lo chiamerò presto, per un consiglio affettuoso che viene di lontano”. Giovanni Galeone commenta così la possibilità, ormai concreta, che Marco Giampaolo possa diventare presto il nuovo allenatore del Torino. L’abruzzese è allievo dello storico tecnico di Udinese, Pescara, Napoli e Ancona e dopo l’esperienza al Milan, sottolinea proprio Galeone, potrebbe ritrovare gli stimoli giusti per ripartire proprio nell’ambiente granata: “È vero che si è un po’ chiuso in se stesso, ma ripartire dal Toro è uno stimolo che saprà cogliere”.