Genoa, Preziosi: “Credo sia il momento di finire, ma non lascio club a chiunque”

Tifosi Curva Genoa I tifosi del Genoa - Foto Antonio Fraioli

Enrico Preziosi, presidente del Genoa, ha risposto ai giornalisti in merito al mercato dei rossoblù a margine dell’assemblea di Lega Calcio. Primo tema trattato il possibile scambio con la Sampdoria di alcuni giocatori: “Non abbiamo nessuna preclusione e con il presidente Ferrero siamo in ottimi rapporti” ha spiegato Preziosi, “Non so se ci sono opportunità ma non credo. Comunque non ho mai parlato di giocatori, di questo se ne occupano io direttori sportivi“. “Sono contento che si parli di Scamacca, è un giocatore nostro e resterà con noi. Il problema non esiste. E a fine mercato? Se mi date una palla di vetro magari vi do una risposta ma non ce l’ho” aggiunge Preziosi.

Shomurodov è appena arrivato ed è un giocatore del Genoa. La Juventus non ce lo ha assolutamente chiesto” ha sottolineato il presidente rossoblù, “e non credo sia il momento di parlare di uscite, vista la posizione in cui siamo vogliamo solo rafforzarci“. Preziosi si è poi soffermato su Lammers, olandese dell’Atalanta: “È un giocatore che ci piace, ne abbiamo parlato. Ma ci sono anche le sorprese, spero di poter arrivare a qualcosa che faccia piacere al nostro allenatore“.

Inevitabile poi un cenno alle voci legate alla società, con Stefano Messina che potrebbe essere alla ricerca di acquirenti: “Se si sta muovendo lo ringrazierà tutta la vita e lo aiuterà a muoversi, ma non ho nessun tipo di segnale. Sono le solite cose” ha concluso Preziosi, “Come ho già detto c’è sempre un momento per cominciare e uno per finire e credo sia arrivato il mio momento, ma non possiamo lasciare il Genoa lo in mano a chiunque. Servono garanzie necessarie“.