Genoa-Juventus, Prandelli: “Fortunati a giocare pochi giorni dopo Juve-Atletico”

Cesare Prandelli - Foto Roberto Vicario CC 3.0 Unported

“La vittoria serviva a tutto l’ambiente e in primis ai giocatori e ai tifosi che hanno mostrato cuore. C’è stato agonismo e ordine ma siamo stati anche fortunati a giocare pochi giorni dopo una partita intensa per la Juventus”. Queste le parole di Cesare Prandelli al termine di Genoa-Juventus 2-0, lunch match della ventottesima giornata di Serie A. Il Genoa è la prima squadra a battere la Juventus in campionato in questa stagione: “Quando abbiamo visto che avrebbero giocato a tre, abbiamo deciso di alzare il baricentro – ha spiegato il tecnico genoano ai microfoni di Dazn – Quando affronti le grandi squadre devi avere il coraggio di attaccare, di farli correre e trovare la profondità. Volevamo essere compatti e ordinati e ci siamo riusciti”. A pochi mesi dalla firma sul contratto, Prandelli è soddisfatto del lavoro svolto: “L’importante è che i calciatori abbiano capito cosa devono fare e non fare. Il calcio è collettivo e non fatto da situazioni singole. La squadra mi segue e speriamo di dare continuità a quanto stiamo facendo. L’ambiente è perfetto per me ed è straordinario perché percepisci calcio ovunque. La tifoseria ci spinge ad attaccare e la squadra ha trovato un buon equilibrio”, ha concluso il tecnico