Fiorentina-Lazio, Pioli: “Non abbiamo perso Europa, porte ancora aperte”

Non credo che sia il pareggio di questa sera a esserci costato l’Europa, le porte sono ancora aperte”. Così il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli ha parlato dopo il pareggio per 1-1 contro la Lazio, nel posticipo della 27/a giornata di Serie A in scena allo stadio Artemio Franchi di Firenze. “Abbiamo fatto troppi pochi punti nel girone di ritorno per le qualità delle prestazioni – ha detto l’allenatore dei viola ai microfoni di Sky Sport – ma non è il momento di guardare la classifica, ora arrivano delle partite fondamentali per la stagione. Con la Lazio è stata una partita difficile, abbiamo fatto poco movimento nel primo tempo e nel secondo abbiamo giocato come sappiamo: abbiamo meritato il risultato positivo, non sono deluso dalla prestazione di oggi”.

Pioli ha parlato delle condizioni di Federico Chiesa, costretto al cambio per infortunio: “Ha avuto un risentimento addominale, è un ragazzo di grande generosità e passione per questa maglia, soffre quando non riesce a dare il proprio contributo. Dall’ultima settimana – ha proseguito il tecnico della Fiorentina – non siamo usciti bene fisicamente”.

Infine l’allenatore dei viola ha commentato la scadenza del proprio contratto con la Fiorentina a giugno: “Sono tranquillissimo, ho investito molto sul mio lavoro. Una cosa è certa e l’ho comunicata alla mia famiglia: allenerò fino a 65 anni, dove lo farò non lo so, anche oltre se capitasse una nazionale. Sono concentrato per dare il meglio e sono sicuro che questa squadra possa fare ancora una stagione positiva. Il futuro lo decideremo fra due mesi, poi comunicherò le mie scelte: io ho già deciso”, ha concluso Pioli.