Fiorentina, Italiano: “La pausa ha fatto bene a tutti, ora ci aspetta una preparazione simile all’estate”

Vincenzo Italiano Fiorentina Vincenzo Italiano - Foto LiveMedia/Fabrizio Carabelli

Il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano, nel corso di un’intervista concessa al sito ufficiale del club viola, ha parlato della lunga sosta ‘Mondiale’ e della ripresa del 4 gennaio: Penso che la pausa abbia fatto bene a tutti. Un po’ di riposo ci serviva, soprattutto a noi, che abbiamo giocato tantissime gare da agosto a novembre. I ragazzi li ho trovati molto bene. Sono tornati carichi e vogliosi di ricominciare. Hanno seguito il programma che gli abbiamo lasciato prima del rompete le righe e i risultati si sono visti: si sono allenati e sono arrivati già in condizione. Ora ci aspetta una preparazione molto simile a quella estiva: lavoreremo sul fisico e sulla tattica e giocheremo qualche amichevole. Ci faremo trovare pronti già da subito e affronteremo ogni gara con il massimo della professionalità. Sarà la nostra occasione per cercare la prestazione, per alzare la condizione e per arrivare pronti all’inizio del campionato”.

“Avremo anche la possibilità di recuperare alcuni giocatori. Tra tutti Gaetano Castrovilli, che proveremo a inserire nel lavoro a pieno regime: prima con le partitelle in famiglia, poi con le amichevoli. Lui sta bene e vogliamo averlo a disposizione per la seconda parte del campionato. Durante la sosta il mio pensiero è stato fisso sulla squadra, soprattutto sui ragazzi impegnati nel Mondiale. Chi è sceso in campo ha risposto bene, fornendo ottime prestazioni, con la personalità e con il carattere che servono in palcoscenici così prestigiosi. Faccio i complimenti a tutti, in particolare ad Amrabat, che sta facendo vedere grandi cose con il suo Marocco. Sono sicuro che sarà un Mondiale bello, combattuto e affascinante, come sempre”, ha l’allenatore dei gigliati.

About the Author /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.