Daniele Doveri e il Var: “Strumento di cui nessun arbitro vuole fare a meno”

Daniele Doveri Daniele Doveri arbitro - Foto LiveMedia/Danilo Vigo

“Il VAR è uno strumento di cui oggi nessun arbitro vorrebbe fare a meno. Avere la possibilità di correggere in tempo reale un errore è una soluzione che in tempo pre-Var avrei voluto avere tante volte, invece lo capivi a fine partita, con tutto quello che ne conseguiva: turni di stop, polemiche, preclusioni verso quella squadra. Rimane solo un’analisi interna all’arbitro, con il gruppo della CAN e il designatore per capire come evitare in futuro quel tipo di errore”. Lo ha detto l’arbitro Daniele Doveri in un’interessante intervista concessa a Numero Diez: “Credo sia anche uno strumento di giustizia: ristabilire la verità del campo è quello che squadre, calciatori e tifosi vogliono. Bisogna capire che il VAR non nasce per togliere tutti gli errori. Il calcio è uno sport di contatto e non esiste solo un ‘palla dentro o fuori’ come nel tennis, per esempio, ma anche un margine interpretativo: è un fattore di sensibilità, tanto che il protocollo parla di ‘chiaro ed evidente errore'”.