Chiellini sul Pallone d’Oro 2018: “Un furto, il Real non voleva darlo a Ronaldo”

Giorgio Chiellini Giorgio Chiellini - Foto Antonio Fraioli

Giorgio Chiellini uno dei tanti protagonisti presenti al Gran Galà del Calcio AIC. Il difensore bianconero, ancora out per infortunio, si è espresso in merito alla premiazione del 2018: “Il furto del Pallone d’Oro è stato l’anno scorso. Non doveva vincerlo Modric, al massimo Pogba o Griezmann – ha detto a Sky Sport -. Lo hanno dato a lui solo perché il Real non voleva che andasse a Ronaldo. Quest’anno doveva vincere uno del Liverpool, scegliere tra Messi e Ronaldo è come scegliere tra Federer e Nadal”.

Sulla diretta rivale per lo scudetto Chiellini ha affermato: “L’Inter non mi sorprende, conosco Conte e i suoi giocatori, me l’aspettavo così e sarà così per tanto tempo ancora. L’Inter sta facendo qualcosa di straordinario, sapevamo che sarebbe stata lunga e lunga sarà. Dobbiamo crescere ma l’avevo detto già dopo la prima partita che la nuova Juve si sarebbe vista da gennaio. Siamo partiti molto bene, con un mese e mezzo culminato con la gara di Milano con l’Inter che è stata la migliore della stagione. Poi abbiamo sofferto un calo fisiologico ma era da mettere in preventivo. I risultati però non sono mancati, seppur non convincendo neanche noi stessi, ma è importante farli anche non giocando bene”.