Caso Suarez, il rettore della Statale: “Paratici voleva ringraziarmi dopo l’esame”

La dirigenza della Juventus con il presidente Andrea Agnelli - Foto Sportface

Spuntano ulteriori retroscena in merito al caos legato a Luis Suarez. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la richiesta di risolvere il problema dell’esame di italiano del calciatore “sarebbe arrivata direttamente dal direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici“.

Nel frattempo il rettore della Statale, Maurizio Oliviero, accetta di raccontare la propria versione dei fatti: “Mi chiamò una persona che fa parte dello staff della Juventus per sapere se nel mio ateneo si poteva sostenere il test B1, io risposi che avrei interessato i colleghi dell’università per gli stranieri. Chiamai la collega Giuliana Grego Bolli e parlai pure con Simone Olivieri. Ad entrambi spiegai quali erano le richieste e girai i contatti. Poi non ho saputo più nulla. Qualche giorno dopo l’esame sostenuto da Suarez sono stato contatto da Paratici che voleva dirmi che l’entourage del giocatore era rimasto molto soddisfatto dell’accoglienza ricevuta e voleva ringraziarmi. Una telefonata di cortesia”, si legge.