Cagliari-Spezia, Di Francesco: “Tante assenze ma ho visto un ottimo spirito di squadra”

Eusebio Di Francesco Eusebio Di Francesco - Foto Antonio Fraioli

Nandez è un giocatore difficilmente sostituibile, perché ti dà la possibilità di cambiare le cose sia in corso d’opera che dall’inizio. È l’assenza più importante, così come quelle di Godin e Simeone. Però son contento perché c’è la possibilità anche per altri ragazzi, che stanno mostrando una enorme disponibilità nei miei confronti e verso i compagni“. Così Eusebio Di Francesco alla vigilia di Cagliari-Spezia, gara in programma domani alla Sardegna Arena alle ore 18:00. “Questo momento lo viviamo un po’ come tutti, questo virus subdolo arriva da un momento all’altro: è un peccato, ma dobbiamo guardare avanti, rinforzando i ragazzi che sono a disposizione dando qualcosina in più – ha detto il tecnico rossoblù -. Servirà il giusto approccio e la giusta determinazione per superare questo momento“.

Poi sullo Spezia: “Ho seguito con grande attenzione il percorso di Vincenzo Italiano, lo ritengo tra i migliori allenatori emergenti. Mi aspetto uno Spezia che venga qua a fare la partita, con spigliatezza: non sarà una partita facile e lo sapevamo, ma sarà una gara giocata a viso aperto da entrambe le squadre“. Infine sulla possibilità di partire con Rog a tutta fascia o inserire i quattro attaccanti: “Quelle sono le due opzioni: non mi fa paura partire con i 4 attaccanti, in quel caso servirà ancora maggiore equilibrio. La notte porterà consiglio…“.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.