Cagliari-Lazio, Di Francesco: “Godin convocato, vedremo se sarà titolare”

Eusebio Di Francesco Eusebio Di Francesco - Foto Antonio Fraioli

Diego Godin figurerà nella lista dei rossoblù convocati per Cagliari-Lazio, seconda giornata del campionato di Serie A. A confermarlo è il tecnico Eusebio Di Francesco durante il corso della conferenza stampa della vigilia: “Innanzitutto do un bel 10 all’affare: volevamo fortemente Diego, è stato quasi come un parto ma sono contento che sia arrivato – ha detto Di Francesco -. Ha confermato le mie prime impressioni, domani è convocato ma ancora non so se sarà titolare: è entrato subito in sintonia con i meccanismi nell’allenamento di oggi, ma già il fatto che sia con noi è una grande cosa“. E ancora su Godin: “Credo che avere un calciatore come Diego che ha giocato a grandissimi livelli e con Simeone sia per noi un gran vantaggio: lui è un difensore vero, lo è dentro, perché può difendere la sua mentalità di difendere anche ai compagni. Avendoci giocato contro, so quanto è valido: pensavo che fosse un difensore solo da ultimi 30 metri, ma mi son ricreduto perché è un difensore completo. Per questo ho accettato fortemente che venisse a Cagliari“.

C’è spazio anche per parlare dei giovani Luvumbo e Tramoni: “Sono due giocatori giovani, di prospettiva. Matteo ha più esperienza nel calcio europeo, in prospettiva potrebbe lavorare da mezzala ma ora è un esterno offensivo. Luvumbo è un 2002, è un calciatore creativo e fantasioso ma non sarà convocato per questa gara per problemi di transfer. Sono giocatori che vanno aspettati, sicuramente“. Infine su Nainggolan e sul possibile cambio di modulo: “Intanto Nainggolan non è un nostro giocatore, quindi non posso dare una risposta completa alla domanda. Se dovesse arrivare, allora saprei cosa rispondere ma questo non è il momento. Su Joao posso dire solo che è il capitano della mia squadra, che domani giocherà e che è molto importante per me. Poi è chiaro che sia un calciatore ambito sul mercato: al momento non parte, sia per volere mio che del club, poi nel mercato non ci sono cose scontate“.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.