Bunker Milan: il sorpasso all’Inter è merito della difesa

Alessio Romagnoli Alessio Romagnoli - Foto Antonio Fraioli

Il Milan continua a vincere, e lo fa di nuovo mantenendo la porta inviolata. Con il successo contro il Sassuolo i rossoneri hanno scavalcato i cugini dell’Inter, rafforzando le proprie ambizioni Champions. Gli uomini di Gattuso hanno fatto quadrato intorno al nuovo bomber Piatek, proteggendosi dietro e affidandosi al polacco in avanti, e, per ora, l’assetto tattico sembra funzionare.

Analizzando le statistiche, si può vedere che il Milan, fra Coppa Italia e Serie A, ha preso solamente 2 gol nel 2019. Nelle 8 partite giocate sono arrivate 5 vittorie e 3 pareggi, contro Napoli e Roma in campionato e Lazio in Coppa Italia, mentre i gol sono stati presi solo nei match contro Roma e Atalanta, due dei migliori attacchi d’Italia.

I meriti sono principalmente di Gattuso, che è stato in grado di recuperare elementi criticati ad inizio stagione come Zapata e Bakayoko, e che ha dimostrato di saper dare un’anima ad una squadra che è diventata lo specchio del mister. Sul campo, le migliori prestazioni sono state principalmente di Romagnoli e Donnarumma, che stanno crescendo e si stanno ritrovando dopo una stagione difficile come quella passata. Senza dubbio, il maggiore apporto lo sta dando proprio il portiere di Castellammare, che sembra essere tornato sugli standard a cui ci aveva abituato nel biennio 2015-2016. Numerosi gli interventi importanti, passando dalle ottime prestazioni con le romane all’Olimpico, fino ad arrivare alle uscite perfette e alle parate in sicurezza con il Sassuolo, che dimostrano come stia migliorando anche in quei fondamentali (cross e presa) su cui aveva bisogno di lavorare. Ottima notizia anche per Mancini, che non ha mai avuto dubbi su chi fosse il portiere della nazionale. Ora per i rossoneri si avvicina il derby, e l’occasione per allungare sui cugini dell’Inter è ghiotta. Mantenere la giusta quadratura in difesa è l’arma giusta, e, con un Gigio così in porta, fare gol al Milan è diventato veramente difficile.