Brescia-Napoli, Gattuso: “Barcellona? La priorità è la partita di domani”

Gennaro Gattuso, Napoli 2019-2020 - Foto Antonio Fraioli

Gennaro Gattuso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Brescia-Napoli, gara valevole per l’anticipo della venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2019/2020. Gli azzurri, dopo aver battuto il Napoli, vogliono conquistare altri tre punti e continuare la difficile risalita della classifica, per poi buttarsi sull’impegno di Champions League contro il Barcellona. Domani è venerdì, ci sarà tempo di pensare a martedì – ha affermato il tecnico partenopeo -. La priorità è la partita di domani. Giocherà la squadra migliore, chi sta al 100%. Noi con le piccole abbiamo perso 20 punti, toccando con mano le difficoltà. Domani sarà la stessa partita di Cagliari. Troveremo una squadra avvelenata. Dopo mezzora sentivo parlare di Napoli, dopo la sconfitta con la Juve, con la voglia di sentire lo stadio forte. Troveremo squadra e ambiente che ci vorranno mettere in difficoltà. Abbiamo lavorato bene. Lozano non è al 100%, con Allan tutto a posto, avevo detto subito che non portavo rancore. Si è allenato molto bene. Milik sta meglio e ha fatto ciò che doveva”.

Con il Brescia sarà una partita simile a quella di Cagliari – ha continuato Gattuso -. Non so come giocherà domani, con quale modulo, ma è una squadra che lascia 2-3 giocatori sempre in avanti. Bisogna stare attenti a non peccare di presunzione, a palleggiare bene. I tre davanti non lavorano tanto in fase difensiva e possono darci problemi. Non sarà facile. Anche loro giocano sulle seconde palle, hanno 3-4 giocatori sempre a riempire l’area”.

SU KOULIBALY “Bisogna prima vedere cos’ha a livello strumentale, poi ascoltare le sue sensazioni. Sia io che lo staff abbiamo preferito di fermarlo per 7-10 giorni, poi valuteremo come si sentirà lui a livello fisico. Si conosce meglio di tutti, ci dirà come si sente”.

SU ALLAN“E’ un giocatore come tutti e da loro pretendo massimo impegno. Ci siamo guardati negli occhi e io per il mio mestiere non posso portare rancore. Ho visto un grande professionista che si è messo subito a disposizione della squadra, aiutando e facendosi aiutare”.

SU GHOULAM “Sta lavorando, dando continuità. E’ stato fermo tantissimo tempo, spero di vederlo come l’ho visto in queste due settimane. Gli manca qualcosina, ma sta dando continuità in allenamento ed è importante”.