Brescia-Lecce, Liverani: “Mancata qualità, ma nessun allarme”

Fabio Liverani, Lecce - Foto Antonio Fraioli

“Credo che l’allarme venga quando manchi continuità. Difficilmente abbiamo fatto più partite male. La partenza di oggi è stata una delle migliori, ma è normale che se sbagliamo l’ultimo passaggio, il cross e il dribbling, allora diventa difficile. Su questo dobbiamo lavorare tanto, non c’è stata qualità”. Queste le parole di Fabio Liverani dopo Brescia-Lecce 3-0, sedicesima giornata del campionato di Serie A. Il tecnico dei pugliesi ha spiegato l’esclusione dal primo minuto di Falco: “Ne ho parlato con lui prima della partita – ha detto a Sky Sport è stato lui il primo a dirmi che non stava al massimo. Non faccio mai decisioni senza senso, quando è al 100% è un giocatore importante”.

Sulla prestazione di squadra invece: “Oggi l’atteggiamento è mancato, i 15 punti hanno dato troppa serenità. Il possesso palla è stato sterile, tre tocchi per far girare la palla. Bisogna prendersi più responsabilità, anche la gamba deve avere velocità superiore. Necessario alzare la qualità di esecuzione e di giocata. I primi due gol sono due regali nostri. Andare sotto così è difficile per tutti, per noi è una montagna insuperabile. Ci sono stati troppo errori individuali, faccio fatica a migliorarli. In questo momento siamo poco attenti e poco concentrati. I miei ragazzi non hanno la percezione del pericolo della partita, dovrò allenarli su questo”. 

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna